Eurallumina, slitta ancora l’ok al Via: “Ancora carenze sul piano sanitario”

Non sarà la Giunta Pigliaru a concedere la valutazione di impatto ambientale (Via) necessaria per il riavvio dello stabilimento Eurallumina di Portovesme. Mentre i lavoratori presidiavano l’ingresso di Villa Devoto, l’Esecutivo riunito ha chiesto all’azienda una serie di approfondimenti in relazione alle ricadute sulla salute pubblica. Dunque, tutto rinviato ad una prossima seduta.

“La Giunta, esaminata l’istruttoria, ha dovuto constatare la sussistenza di carenze nella parte sanitaria del procedimento che hanno reso impossibile procedere”, si legge in una nota della Regione. “La volontà di arrivare a una chiusura positiva del procedimento ha trovato un limite insuperabile nella necessità di applicare il criterio della massima cautela nei confronti della tutela della salute dei lavoratori e delle popolazioni locali. In ragione di questo la Giunta, senza chiudere il procedimento, ha dato mandato affinché vengano richiesti all’azienda approfondimenti specifici in grado di limitare l’incertezza in ordine alla conoscenza dei possibili effetti in ambito sanitario e arrivare così a una positiva definizione della procedura”.

“Siamo fortemente delusi, eravamo a un passo dalla soluzione – commenta all’Ansa il rappresentante delle tute verdi Antonello Pirotto -. Tuttavia l’istruttoria resta in piedi e ci sono tutte le condizioni perché si chiuda positivamente”. Poi, entrando nel merito della decisione della Giunta, spiega: “Secondo lo studio prodotto da Eurallumina gli effetti positivi sulla salute della popolazione determinati dal nuovo piano, danno come risultato la riduzione dei decessi in ragione di 6,24 per anno nel territorio e di 1,58 per anno nel solo Comune di Portoscuso“. Ma, sottolinea Pirotto, “questa stima è stata giudicata ottimistica dai consulenti dell’assessorato alla Sanità”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
29
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
29
Share