Coronavirus, 13 denunce della polizia: fuori casa per mangiare pizza o fumare

C’era chi voleva assolutamente fumare una sigaretta assieme agli amici, altri volevano mangiare una pizza in compagnia, altri ancora stavano per mettere a segno un furto e l’ultimo cercava clienti per spacciare droga. Sono le storie delle 13 persone denunciate dalla polizia a Cagliari per aver violato la normativa entrata in vigore per frenare la diffusione del coronavirus. Gli agenti della squadra volante in particolare hanno sorpreso quattro uomini, di età compresa tra i 39 e i 43 anni, in piazzale Lazzaretto a Sant’Elia fuori dalle abitazioni. I quattro si sono giustificati dicendo che volevano fumare una sigaretta e scambiare due chiacchiere. Un motivo che non è servito a evitare la denuncia. Quattro minorenni e due maggiorenni sono stati invece denunciati dagli agenti del Reparto prevenzione crimine in via Sardegna: stavano tranquillamente mangiando una pizza. In via Riva Villasanta, invece, i poliziotti hanno bloccato un 32enne e una 34enne che poco prima avevano tentato un furto all’interno di una rivendita self service di alimenti e bevante. Oltre alla denuncia per aver violato le norme sul coronavirus anche quella di tentato furto. Deve rispondere pure si detenzione e spaccio di droga, invece, il 47enne bloccato in piazza Boi. L’uomo, vista la pattuglia della Volante ha tentato la fuga. In tasca nascondeva pochi grammi di droga.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
1
Share