Zafferano dop in mostra a Villanovafranca tra eccellenza e riscatto. La storia di Ivan

Tutto pronto a Villanovafranca per celebrare l’oro rosso di Sardegna, lo zafferano Dop, domenica 20 novembre in una festa che coinvolgerà tutto il paese del Medio Campidano. L’evento “Sulle strade dello zafferano Dop”, organizzato dalla rete dei comuni di Turri, San Gavino Monreale e Villanovafranca, è un’importante occasione per mettere in vetrina uno dei prodotti più preziosi della zona, e dà a tutti l’opportunità di conoscere le attività e le curiosità legate alla produzione antica dello zafferano.

L’appuntamento è sostenuto dalla Fondazione di Sardegna e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Sardegna, con il coordinamento organizzativo dell’associazione Enti locali per le attività culturali e di spettacolo. “Lo zafferano – ha detto Giacomo Porru, assessore alla Cultura del Comune di Villanovafranca – per i nostri concittadini è una persona di famiglia, un prodotto di uso comune che per secoli è stato un gustoso condimento per i piatti della tradizione contadina e un importante integrazione al reddito per le famiglie impegnate nell’agricoltura”.

Oggi lo zafferano prodotto nel comune di Villanovafranca rientra all’interno dell’area di produzione dello zafferano di Sardegna Dop, un territorio ricco di fascino e di attrattive. Non solo, per Villanovafranca rappresenta anche un occasione di riscatto personale e sociale. Emblematica, a riguardo, la storia di Paolo Cortis, noto Ivan. “Ivan è un nostro compaesano – racconta Porru – che da anni convive e lotta con la sclerosi multipla e che grazie allo zafferano è riuscito a ritagliarsi una nuova vita ricca di soddisfazioni fino a conquistare nel 2021 e 2022 il premio Speciale zafferano Dop, ai Sardinia food awards”. In occasione della giornata conclusiva della manifestazione delle strade dello zafferano di San Gavino, Ivan inaugurerà il suo nuovo e innovativo laboratorio per la certificazione, anche conto terzi, dello zafferano Di Sardegna Dop. Un’idea imprenditoriale nata come necessità, nel territorio della Marmilla non tutti possono permettersi un laboratorio a norma per la lavorazione e confezionamento dello zafferano di Sardegna Dop, e che rappresenta anche una risposta forte e decisa al periodo di crisi economica che tante aziende stanno vivendo.

Ivan Cortis


Il programma della manifestazione a Villanovafranca

A partire dalle ore 08:00 al Parco Archeologico Su Mulinu sarà possibile provare l’ebrezza del volo in mongolfiera con ascesa vincolata. L’apertura dell’info point e degli stand con i prodotti enogastronomici, alle ore 9:30, così come l’avvio delle iniziative culturali, le esposizioni temporanee di arte contemporanea, la mostra fotografica incentrata sulle due guerre mondiali saranno solo alcuni degli appuntamenti da non perdere nel corso di una mattinata di festa che vedrà nella dimostrazione, a cura della signora Anna Saba di Buddusò, della lavorazione del Su Filindeu, nella presentazione del libro “Sardegna e Zafferano – un racconto lungo i secoli” due dei momenti di maggiore importanza.

Ancora, previsti laboratori di raccolta e pulitura, visite alle zone di produzione dello zafferano Dop, inaugurazione del nuovo laboratorio “Zafferano Cortis DOP”, presentazione e premiazione dei piatti in gara “Il dessert allo zafferano” con la partecipazione di delegati della Federazione Italiana cuochi Regione Sardegna e province e di una delegazione estera di esperti gastronomici provenienti da Olanda e Polonia, saranno gli appuntamenti di una serata dalle forti tonalità color zafferano. Per tutta la giornata nelle strade e nelle piazze del centro storico sarà possibile passeggiare ascoltando musica live e degustando, in diversi punti ristoro, pietanze della tradizione locale e street food a base di zafferano.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
27
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
27
Share