I sardi in Parlamento, gli eletti sicuri salgono a 18 (su 25): ecco i nomi

Si sono aggiunti altri otto nomi alla lista dei dieci nuovi parlamentari della Sardegna, di cui è certa l’elezione. Il gruppo da otto è monocolore M5s e ha ormai vinto le sfide dirette negli altrettanti collegi uninominali dell’Isola: lo spoglio non è concluso (manca la metà delle sezioni), ma il vantaggio si è ormai consolidato col passare delle ore. In bilico, in questo blocco di circoscrizioni con un candidato unico per partito o coalizione, è rimasto solo il collegio della Gallura per la Camera che fa registrare un testa a testa tra Cinque Stelle e centrodestra. I primi dieci eletti sicuri sono stati sette deputati e tre senatori che hanno corso nelle circoscrizioni plurinominali. Per la Camera, in quota M5s, ecco Emanuela Corda, Andrea Vallascas e Alberto Manca; per Forza Italia e centrodestra Ugo Cappellacci e Pietro Pittalis; per il Pd Romina Mura e Gavino Manca. Su Palazzo Madama hanno conquistato un seggio Ettore Licheri (M5s), Giuseppe Luigi Cucca (Pd) ed Emilio Floris (Fi).

Tra gli otto neoparlamentari eletti nell’uninominale, c’è intanto il velista Andrea Mura che sta correndo nel collegio di Cagliari: a metà scrutinio (305 sezioni in totale) è al 36,61 contro il 32,06 di Cappellacci, lo sfidante più diretto e comunque già eletto. Pino Cabras, funzionario della Sfirs e blogger, sta prevalendo nel Sulcis di oltre quattordici punti su Viviana Lantini, la dirigente medico del Pronto soccorso all’ospedale Sirai di Carbonia: 45,43 contro 31,22. A Oristano il pastore-allevatore Luciano Cadeddu è al 41,97 contro il 33,03 di Gianni Lampis (Fdi). A Sassari l’avvocato Mario Perantoni è al 45 per centro contro il 27,28 di Maria Grazia Salaris (Nci), consigliera comunale ad Alghero. A Nuoro viaggia verso la vittoria l’avvocata Mara Lapia: 45,15 contro il 25,81 del deputato uscente Bruno Murgia (è candidato anche come capolista sul proporzionale, ma non si sa ancora se riuscirà ad arrivare comunque a Roma). Nel seggio di Olbia la sfida incerta è tra Guiseppe Fasolino (Fi) e Nardo Marino (M5s)

I neosenatori M5s che hanno vinto nelle tre circoscrizioni uninominali sono: nel Sud Gianni Marilotti, docente di Filosofia e scrittore; nel collegio Centro il commercialista di Nuoro Emiliano Fenu; al Nord Vittoria Maria Bogo, poetessa di Posada. Dopo m metà scrutinio, Marilotti è al 40,99; Fenu al 43,29; la Bogo al 40,89.

Togliendo i diciotto parlamentari sicuri, per arrivare a quota venticinque – tanti quanti la Sardegna ne elegge con queste Politiche -, mancano cinque deputati e tre senatori. Tra i seggi di Montecitorio quattro vanno scelti sul proporzionale, di cui due nel collegio Centro-Sud e altrettanti in quello Centro-Nord. La quinta casella della Camera si assegna con la sfida di Olbia sull’uninominale. Gli ultimi tre nomi per Palazzo Madama vanno indicati attraverso la circoscrizione unica proporzionale, sempre sul plurinominale.

Alessandra Carta
(@alessacart on Twitter)

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

[metaslider id=”700915″]

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share