Le Poste cambiano nei centri sotto i 15mila abitanti: ecco ‘Polis’ con 2 Comuni apripista

Ci saranno anche i sindaci sardi tra le settemila fasce tricolori che Poste italiane ha invitato a Roma per presentare il progetto ‘Polis – Casa dei Servizi digitali’, un’iniziativa riservata ai Comuni sotto i 15mila abitanti.

Per la Sardegna sono 349 i Municipi (sui 377 totali) che saranno coinvolto “comuni coinvolti “nel progetto di ristrutturazione degli Uffici postali per offrire i servizi della Pubblica amministrazione e migliorarne l’accoglienza, trasformandoli in Sportello unico digitale di prossimità attivo 24 ore su 24“, si legge in una nota diffusa dalla Spa.

‘Polis’ ha l’obeittivo di “Il progetto di Poste Italiane vuole “favorire la coesione economica, sociale e territoriale del Paese e il superamento del digital divide nei piccoli centri.
I lavori di ristrutturazione sono già stati avviati negli uffici postali di Villa San Pietro e Abbasanta che saranno tra i primi della Sardegna ad essere interessati dal potenziamento dei servizi”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
32
Share