Latte, nuovo incontro tra una settimana. Caria: “Speriamo in un accordo storico”

Industriali e allevatori d’accordo sui meccanismi e sui punti che determinano il prezzo del latte. Ma per la svolta bisogna aspettare ancora: le due parti si dovranno vedere ancora per definire l’articolo 1 della piattaforma portata questo pomeriggio al tavolo delle trattative davanti all’assessore regionale dell’Agricoltura, Pierluigi Caria. È l’articolo più importante, quello che dovrebbe fissare il prezzo minimo del latte. Perché, quando si scende a 0,60 euro di acconto, gli allevatori non ci stanno. E – roba di questi giorni – decidono di buttare il latte per protesta. A proposito delle tensioni e dei fatti delle scorse ore, è stato votato un documento di condanna per l’episodio di Villacidro con un autotrasportatore costretto a buttare il latte da due persone incappucciate. Tutti gli attori della filiera del comparto ovicaprino convocati oggi a Cagliari hanno espresso massima solidarietà all’azienda Argiolas Formaggi. “Si tratta – questo il messaggio – di un atto deprecabile da condannare con forza, una gravissima intimidazione che offende la civile convivenza”. Le firme: assessore dell’Agricoltura, Oilos, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, AGCI Sardegna, Confcooperative, Legacoop, Confindustria, Cooperativa allevatori ovini, Consorzio tutela pecorino romano, Consorzio tutela pecorino sardo, Consorzio tutela fiore sardo, Banco di Sardegna, Sfirs, Fidicoop e Aspi.

LEGGI ANCHE: Prezzo del latte, tavolo in assessorato. Accordo lontano, ma si tratta ancora 

È stata, invece, espressa in qualche modo anche comprensione per lo stato di malessere delle campagne che ha portato qualche allevatore a disfarsi volontariamente del latte. La riunione si è aperta alle 15 negli uffici di via Pessagno a Cagliari ed è andata avanti per oltre quattro ore. Tra alti e bassi, momenti di discussione, ma anche di apertura. “Fra una settimana ci rincontreremo – ha detto l’assessore Pierluigi Caria all’Ansa – sarebbe un accordo storico se si definisse ora un prezzo minimo del latte, diverso chiaramente dai 60 centesimi, sotto il quale non andare e legare questo prezzo alle dinamiche del mercato con parametri definiti. Si è voluto prendere tempo per consentire alle associazioni di parlarne con coloro che rappresentano. Manca quindi l’articolo 1, ma gli altri dodici articoli sono stati votati all’unanimità. E sono importanti perché sono quei meccanismi che poi determinano il prezzo del latte. Faremo una valutazione alla fine: il compito della Regione era quello di far dialogare le parti e lo stiamo facendo”, ha concluso l’assessore.

LEGGI ANCHE: Latte, Coldiretti annuncia lotta dura: l’appello a cooperative e industriali

Ad attendere l’esito dell’incontro fuori dall’assessorato all’Agricoltura c’erano anche i pastori: in cento erano davanti ai cancelli. E, alla fine, dopo quattro ore al freddo, hanno parlato con gli industriali e con l’assessore dell’agricoltura Pierluigi Caria. Hanno abbandonato il presidio solo dopo aver ottenuto chiarimenti e rassicurazioni. Felice Floris, leader del Movimento pastori, ha partecipato alle trattative all’interno dell’assessorato. Ed è un po’ scettico. “Si va sempre alle calende greche, è da anni che si parla del prezzo del latte e non si decide mai niente. Ora i trasformatori dovranno incontrarsi. Ma, chissà. L’unica cosa importante è che finalmente pastori e associazioni combattano uniti la stessa battaglia. Questo prezzo è assurdo, è quello di tanti anni fa. Impossibile che continui ad essere inferiore ai costi di produzione” ha concluso Floris.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
12
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
12
Share