Continuità, c’è un cambio di programma: il vertice con l’Ue sarà a Palazzo Chigi

Il vertice in programma il 3 febbraio alle 15 tra la Regione e la Commissione Ue sulla continuità aerea, in scadenza il 16 aprile, non si terrà a Bruxelles, ma quasi certamente a Roma, nella sede della presidenza del Consiglio dei ministri. Un cambio di programma che dovrebbe garantire, vista l’importanza del tema in questione, il supporto del governo, secondo fonti della presidenza della Giunta. Non solo, nelle settimane scorse la Regione ha avuto contatti frequenti con le compagnie. Si punta, dunque, a raggiungere lo scopo tenendo in considerazione tutti i protagonisti della partita, Alitalia e Air Italy.

E sempre da fonti di Villa Devoto trapela che la comunicazione della convocazione del tavolo di lunedì prossimo è arrivata il 27 gennaio. Nella lettera c’è scritto che la direzione generale Mobilità e trasporti della Commissione Ue è disponibile a incontrare alle 15 la Regione in riferimento al dossier sulla continuità. Dossier che contiene l’ultimo piano della Giunta, quello con una doppia tariffa per residenti e non, e d’estate un regime di libero mercato per i turisti. Un progetto spedito dalla Regione il 13 di novembre e arricchito di ulteriori dati inviati il 20 dello stesso mese.

Da allora le interlocuzioni Regione-Ue attraverso la rappresentanza italiana in Europa sono state costanti e supportate dalla trasmissione di elaborazioni richieste espressamente dalla direzione generale Mobilità. Sarà, insomma, un bando scritto dalla Regione sulla base dei contatti con l’Europa, quindi condiviso. Da qui, in vista di lunedì, l’ottimismo della Giunta sull’ipotesi di un via libera al piano con proroga annessa, passaggio vincolante per poter riaprire le prenotazioni sui voli da e per la Sardegna dal 17 aprile, opzione oggi preclusa.

Dopo aver occupato ieri le commissioni del Consiglio regionale, ieri l’opposizione ha ribadito la motivazione principale della protesta: “La continuità scade il 16 aprile, dal 17 prenotare voli è impossibile: son dieci mesi che chiediamo al presidente della Regione di riferire in Aula sulla continuità ma lui non lo fa”. “Davanti all’importanza vitale di un tema come questo – è stata la reazione della maggioranza – appare veramente inqualificabile l’incoscienza di chi gioca a far saltare il banco senza capire che non si fa un danno a questa Giunta, ma all’intera Sardegna”.

LEGGI ANCHE: Aerei, minoranza per schema Pigliaru. La replica: “Centrosinistra ha già fallito”

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
1
Share