Social network “aziendale” sui contenuti di lavoro, progetto Crs4 e Ateneo di Cagliari

Una piattaforma che permette un miglioramento delle comunicazioni tra i dipendenti di una stessa organizzazione grazie ad una sorta di social network aziendale. Ecco in estrema sintesi il progetto “BS2R – Beyond Social Semantic Recommendation” sviluppato dalla pmi Consulthink, società specializzata nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni in ambito Security e Big Data, con cui il CRS4 e Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari stanno collaborando.

Il progetto ha avuto inizio a maggio 2016, e si concluderà il 30 aprile 2018, e vuole offrire ai dipendenti di una azienda o di una organizzazione una piattaforma di “Social Semantic Search Engine” che permette di poter interagire scambiandosi opinioni e commenti sui documenti consultati.

L’esigenza

Da qualche anno ad oggi le aziende, soprattutto quelle medio grandi, si trovano in una condizione diversa rispetto al passato: devono gestire una quantità sempre più grande di dati. Dati che vengono prodotti in ogni momento lavorativo. Una condizione che gli porta a dover utilizzare nuovi strumenti in sostituzione di quelli tradizionali, in tutte le fasi del processo: dall’acquisizione, alla gestione, passando per condivisione, analisi e visualizzazione. Per poter essere in grado di gestire al meglio tali dati si stanno sviluppando piattaforme apposite che aiutano nel processo lavorativo l’operatore che sono in grado di gestire oltre agli aspetti sociali la qualità, l’affidabilità e l’autorevolezza degli utenti e dei materiali condivisi.

Una rete sociale aziendale

Una piattaforma che non si propone come un social network aziendale ma che sfrutta le funzioni di una rete sociale offrendo uno strumento di comunicazione affidabile attraverso il quale i dipendenti di una azienda o di una organizzazione possono comunicare e interagire scambiandosi per esempio opinioni e commenti sui documenti consultati. “La piattaforma è realizzata per perseguire finalità prettamente confinate in ambito aziendale: in altre parole associabili a realtà di dimensioni enterprise e non globale” dice Franco Tuveri, referente del progetto per il CRS4.

La rete sociale aziendale rappresenta una nuova metodologia di lavoro che ha l’obiettivo di migliorare le comunicazioni tra i dipendenti ma la piattaforma vuole superare questo metodo lavorativo. Ha aggiunto il responsabile del progetto per il centro di ricerca: “Queste sono metodologie comunicative che trovano spazio nel dominio del computer supported collaborative work, ossia dal lavoro cooperativo assistito dal computer. La piattaforma permette di superare le problematiche e i limiti legati all’utilizzo delle reti sociali, in particolare per quanto riguarda l’accesso ai dati sotto il controllo di terze parti e le remore culturali associate all’impiego delle reti sociali in ambito business”. Per poterla usare non è necessario avere già un profilo social o utilizzarlo per avere l’accesso. I Social network aziendali non sono stati creati sfruttando le piattaforme pubbliche esistenti, come Facebook o Linkedin, ma sono create ad hoc all’interno della realtà aziendale.

Come funziona

La piattaforma utilizza tecnologie in ambito sociale e semantico ed integra le funzionalità di un motore di ricerca con quelle di rete sociale aziendale. Gestisce una “rete di reputazione” attraverso la quale utenti “autorevoli” e “fidati” suggeriscono contenuti potenzialmente utili ai propri contatti. In pratica segnala ai contatti della rete, i contenuti inseriti nella piattaforma, in base alle preferenze e ai comportamenti di ciascuno. Inoltre sulla base dei feedback dei comportamenti degli utenti appartenenti alla rete sociale aziendale, è stato implementato un algoritmo che valuta i risultati ottenuti. Ad oggi è stato realizzato poco più del 30 per cento.

Il progetto B2SR è un PIA, POR FESR 2013, ed ha ricevuto un finanziamento di 1.361.841,80 €. Consulthink srl, l’azienda capofila, svilupperà la piattaforma. Il dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica si occupa di semantica delle immagini (studio e sviluppo di tecniche per l’analisi di contenuti visuali e la loro rilevanza rispetto alle interazioni sociali che si sviluppano nella rete), mentre il CRS4 svolgerà ricerca nel campo della semantica dei contenuti testuali, studio che si concretizzerà in particolare nello sviluppo di strumenti propri della Linguistica Computazionale, la disciplina che affronta lo studio del linguaggio naturale (il linguaggio umano) attraverso la definizione di algoritmi che permettono l’analisi automatica dei testi e l’estrazione del significato in essi contenuto.

Alessandro Ligas

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share