Energit, nuova sede a Cagliari. Contro il caro energia dialogo con utenti e rinnovabili

Una nuova sede per rafforzare il dialogo diretto con gli utenti, in via Jenner 19/21 a Cagliari, e obiettivi di efficientamento energetico e sostenibilità ambientale, infondendo allo stesso tempo una maggiore consapevolezza nei consumatori sui temi dell’approvvigionamento e del risparmio. Sono le sfide del nuovo progetto di Energit, azienda che opera nel mercato libero dell’energia e che fa riferimento al gruppo Eneron.

Sensibilizzazione e dialogo più stretto con i consumatori quindi, soprattutto nel periodo storico attuale, con le emergenze energetiche e i rincari delle bollette. Energit inizia questo viaggio con la rimodulazione e funzionalizzazione degli spazi, inaugurando una nuova sede nel capoluogo isolano. “Nel progettare gli spazi, grandissima attenzione – ha spiegato il general manager della società, Marcello Spano – è stata posta all’esigenza di rafforzare il dialogo diretto con l’utenza tornando a privilegiare il contatto in presenza e sempre nel più assoluto rispetto delle disposizioni di sicurezza”.

Energit continua a investire sulla fornitura di energia da fonti rinnovabili, “nel segno di una sostenibilità ambientale che è elemento identitario preciso dell’azienda – ha aggiunto Spano -. Ed è cresciuta in maniera considerevole anche la capacità di intrecciare questo cammino con la formulazione di proposte operative e concrete”. A fare gli onori di casa, insieme al sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, e alla consigliera regionale, Alessandra Zedda, è stato il ceo del gruppo Eneron, Luigi Martines, che ha sottolineato come la società ha dovuto fare i conti con gli scenari mondiali inediti, determinati dalla pandemia e dalla guerra in Ucraina, che hanno “mandato i prezzi delle materie prime per la produzione di energia letteralmente sull’ottovolante facendo schizzare sino a livelli mai registrati prima anche i costi di approvvigionamenti energetici per aziende e famiglie”.

All’informazione e alla disinformazione sulle tematiche del caro energia è stato dedicato un momento di approfondimento con gli interventi di Fabrizio Pilo, prorettore al Territorio e all’innovazione dell’Università di Cagliari, Francesco Birocchi, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna ed Elisabetta Gola, prorettrice alla Comunicazione e immagine dell’ateneo del capoluogo.

Prima del simbolico taglio del nastro e del brindisi augurale il ceo del Gruppo Eneron, Luigi Martines, e il general Manager di Energit, Marcello Spano, hanno donato all’Ufficio scolastico
regionale della Sardegna, rappresentato da Fabrizio Floris, cento copie di una versione speciale realizzata per l’occasione del saggio “Verità fai-da-te. Il pensiero critico argine alla disinformazione” da destinare alle biblioteche degli Istituti scolastici.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share