Uccide i suoi gemelli disabili e si spara: dramma familiare in una casa a Mandas

Ha prima ucciso con un fucile da caccia i suoi figli gemelli di 42 anni, disabili e allettati, e poi si è sparata. I fatti questa mattina a Mandas – nel sud Sardegna – nella casa di famiglia nel centro in vico Salvatore Corrias in cui vivevano i due uomini assistiti dalla madre di 64 anni, ora in gravi condizioni. La donna, Angela Manca, è stata trasportata con l’elisoccorso . I rilievi sul luogo del delitto sono dei carabinieri della stazione di Dolianova del nucleo investigativo del comando provinciale di Cagliari.

La prima ricostruzione. Secondo quanto si apprende la madre si è chiusa nella camera da letto dei figli Paolo Calledda e Claudio Calledda e ha sparato con l’arma – regolarmente detenuta – del genero convivente. Poi ha diretto il fucile verso se stessa tentando il suicidio. Il genero e la figlia – medico di famiglia nell’Oristanese –  si erano allontanati dal paese. Il primo allarme è stato dato dai vicini di casa.

LEGGI ANCHE: Uccide i suoi gemelli disabili e si spara: nel 2015 i tre intossicati da farmaci

Uccide i suoi gemelli disabili, ex sindaco Oppus: “Angela una mamma eroica”

Argentin (Pd): “Lacrime di coccodrillo: urge il ‘Dopo di noi’”

 

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share