Screening Ogliastra, chiusa prima fase. Solinas: “Risultato importante, avanti”

“Abbiamo ottenuto un primo importante risultato. Il modello adottato dalla Regione funziona e potrà essere replicato in tutta l’Isola, attraverso gli step successivi. I cittadini, con la propria vasta adesione, hanno dimostrato grande sensibilità e solidarietà ed è un fatto che ci rende orgogliosi di essere sardi. Il nostro obiettivo è quello di spezzare le catene di contagio e abbattere la circolazione virale sul nostro territorio per portare la Sardegna il più rapidamente possibile fuori dall’emergenza”.

Ne è convinto il presidente della Regione, Christian Solinas, esprimendo soddisfazione per i primi risultati registrati dal progetto ‘Sardi e sicuri’. In Ogliastra, nella prima fase del test nelle giornate del 4 e 5 gennaio, sono stati eseguiti 26.936 tamponi antigenici pari all’80 per cento del target individuato per l’attività di screening sulla popolazione residente nei 23 comuni dell’area: 14.218 tamponi eseguiti nella prima giornata e 12.718 nella seconda.

Le positività rilevate al tampone antigenico sono 142. Le persone risultate positive sono state sottoposte al test molecolare e in base alle positività accertate e confermate sono avviate immediatamente le operazioni di tracciamento. Il test antigenico sarà ripetuto sulla popolazione l’11 e il 12 gennaio. “Questa prima tappa – dichiara l’assessore della Sanità, Mario Nieddu – ci consente di affinare l’intera macchina dello screening in vista delle prossime fasi sul resto dell’Isola. La sanità ogliastrina, grazie al supporto di tutto il territorio ha dato grande prova di efficienza sia sul piano organizzativo, sia su quello operativo”.

A sollevare dubbi sull’efficacia e l’utilità dello screening ieri è stato Pierpaolo Vargiu (Riformatori sardi): “Eseguito in questo modo non ha senso”, ha detto l’esponente politico.

Total
1
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
1
Share