Dottorati di ricerca all’Università di Sassari, l’intervento del direttore del Dipartimento di Agraria Pazzona

Dal Direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari, Prof. Antonio Pazzona, riceviamo e pubblichiamo. 

In riferimento all’articolo apparso su “Sardinia Post” intitolato Quei nomi noti che sorpassano i neolaureati al concorso per i dottorati di ricerca (leggi) del 27 ottobre 2017, poiché ritengo essere stati significativamente misinterpretati alcuni dei ruoli istituzionali che mi competono, mi preme precisare quanto segue.

L’articolo riporta: «Nel comitato d’indirizzo del Dipartimento di Agraria, al fianco di Patteri siedono il direttore del Dipartimento Antonio Pazzona – già vicario di Pulina […]». Il Comitato d’Indirizzo è un organo consultivo di garanzia la cui funzione è quella di esprimere pareri non vincolanti sul piano complessivo di sviluppo della ricerca e della didattica elaborato dal Dipartimento. Il parere del Comitato d’indirizzo viene presentato dal Direttore al Consiglio del Dipartimento per la discussione. Come si evince dalle presenze alla riunione del 2 dicembre 2016, il comitato conta 28 componenti gran parte dei quali sono in rappresentanza degli stakeholder del settore agrario e forestale e fra questi, ovviamente, vi è l’Agenzia Forestas in quanto fra i sette corsi di laurea proposti dal Dipartimento di Agraria ve ne sono due in Scienze forestali e ambientali. L’invito a far parte del Comitato d’Indirizzo viene rivolto al legale rappresentante dell’ente (in questione) il quale, se lo ritiene, può delegare un suo collaboratore. Presiedere il suddetto Comitato rientra tra i miei doveri istituzionali come direttore del Dipartimento.

In un altro punto dell’articolo si legge: «L’accordo di collaborazione per lo sviluppo e la riqualificazione dell’apicoltura è firmato da Pazzona per l’Università di Sassari e da Pulina per l’Agenzia Forestas». Nel firmare tale accordo, che sigla il conferimento di nuove risorse economiche al Dipartimento di Agraria, ho semplicemente adempiuto a un dovere istituzionale e professionale.

E, ancora, in una successiva pericope si dice: «Il direttore vicario del Dipartimento di Agraria Antonio Pazzona firma il protocollo d’intesa nel 2015 dall’allora Ente foreste, da Agris e dal Dipartimento di Agraria per la realizzazione del parco tecnologico della montagna mediterranea nelle foreste demaniali del Goceano». Anche in questo caso è stato mio dovere istituzionale, in qualità di direttore vicario, firmare il protocollo d’intesa qui citato.

Al termine di questa breve nota, desidero ricordare che l’attuale ruolo di Direttore di Dipartimento, confermato anche per il triennio 2017-20, è frutto di democratiche elezioni.

Antonio Pazzona

Ringraziamo il Prof. Pazzona per la sua puntualizzazione, che conferma integralmente quanto abbiamo scritto.

 

LEGGI ANCHE: Quei nomi noti che sorpassano i neolaureati al concorso per i dottorati di ricerca

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share