Nel Pd sardo è finita la tregua: durissimo scontro Cucca-Soru

È finita la tregua nel Pd sardo. Una pace armata che durava dal dopo primarie di aprile e aveva permesso al nuovo segretario Giuseppe Luigi Cucca di costruire una segretaria unitaria, aperta anche alla minoranza interna di Francesco Sanna. Ma da allora a oggi è arrivata l’assoluzione con formula piena di Renato Soru dall’accusa di evasione fiscale (leggi qui) e il conseguente ritorno dell’eurodeputato alla politica attiva, proprio nei giorni in cui la Giunta regionale interveniva sul tema che gli è più caro, la legge urbanistica.

Le premesse dello scontro in atto risalgono a quando, lo scorso 20 giugno, l’intervento dell’ex presidente della Regione chiuse un convegno dedicato appunto al ddl dell’Esecutivo di Francesco Pigliaru. Nell’occasione l’ex governatore definì il disegno di legge di Cristiano Erriu “uno sportello sempre aperto per bypassare il Piano paesaggistico regionale (creatura di Soru nel 2004). Ma forse la presenza dello stesso Erriu, oltre che quella di Pigliaru, evitò che lo scontro si elevasse ulteriormente. Non avevano trasformato l’appuntamento in una guerra aperta. Sul punto cruciale degli interventi possibili nella fascia dei trecento metri, Soru disse: “Si riqualifichino pure gli alberghi (come previsto nel ddl), ma senza aumento volumetrico”. Una posizione, insomma, che fece pensare alla possibilità di una mediazione. Il disegno di legge maggiori cubature al 25 per cento, ma dalla Giunta è arrivata la disponibilità alla riduzione per i grandi complessi turistici, in modo da contenere l’impatto ambientale (come spiegato dall’assessore in una recente intervista a Sardinia Post).

Avant’ieri invece sul settimanale L’Espresso è stata pubblicato un ampio servizio dedicato al ddl Urbanistica. E la Giunta è finita sulla graticola con l’accusa di dare il via libera a “ecomostri e cemento in Sardegna”. Un caso nazionale. Nell’articolo, tra gli altri, parla Soru. Il quale si dice “molto preoccupato per la cecità di una classe dirigente che sta mettendo in pericolo il futuro dell’Isola”. Segue una quadro da allarme ambientale, in cui il giornalista Paolo Biondani rileva che l’eurodeputato non fa mai il nome dell’attuale governatore, cioè quello di Pigliaru.

Soru non ha ancora chiarito se intende ricandidarsi alla presidenza della Regione, ma il suo attivismo allarma gli avversari, interni ed esterni. Lunedì, per esempio, era ad Arzachena, dove attraverso la sua associazione “Sardegna Europa” ha organizzato un convegno su “Infrastrutture materiali e immateriali per il turismo”. E si tratta sempre di temi che hanno caratterizzato, insieme all’Urbanistica, la presidenza di Soru dal 2004 alla fine del 2008. Si ricordi la tassa sul lusso per yacht e aerei privati.

Gli effetti del reportage de L’Espresso si sono fatti sentire nel Pd isolano. Il segretario Cucca ha preso posizione scrivendo una lettera al direttore del settimanale, Tommaso Cerno (leggi qui), nella quale difende la Giunta e il ddl Urbanistica. In più contrattacca parlando di “mistificazioni e dalle storture interpretative espresse in questi giorni, in modo del tutto irresponsabile“.

Cucca, come noto, nel Pd sardo forma l’attuale maggioranza interna insieme al popolari-riformisti, cioè l’area di Antonello Cabras e Paolo Fadda, storici avversari di Soru. Tanto che i tre, alleati nel congresso del 2015, fecero fronte comune più per controllarsi e contenersi a vicenda, che non per reale convergenza politica. Lo dimostra la fine stessa di quel patto, entrato in crisi già a febbraio 2016, quindi mesi prima che Soru si dimettesse da segretario del Pd per via della condanna per evasione fiscale (leggi qui).

I mesi a venire, nel Pd sardo, si annunciano ad alta tensione. Mai è successo che le diverse componenti dem abbiano smesso di contare le proprie truppe. Ma adesso i numeri diventano una questione di sopravvivenza. Anche e soprattutto in Consiglio regionale, dove il ddl sull’urbanistica deve passare all’esame dopo la riorganizzazione della rete ospedaliera. Non sarà una passeggiata per nessuno. E Pigliaru rischia di rimanere schiacciato dall’acuirsi dello scontro interno al Pd.

Alessandra Carta
(@alessacart on Twitter)

LEGGI ANCHE: Nel Pd si mobilitano le truppe. Ecco le reazioni al veleno

Legge urbanistica, anche l’assessore Erriu contro Soru: “Nessuna cementificazione”

Total
0
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share