Lega, minacce di morte al coordinatore. Zoffili: “Compassione per il poveretto”

“Spero un giorno di potervi riempire di piombo dal primo all’ultimo”. È parte di un commento a un post del coordinatore della Lega in Sardegna, Eugenio Zoffili (al centro nella foto), che oggi su Facebook ha annunciato una manifestazione del partito a Cagliari, in concomitanza con quella indetta a Roma per il 2 giugno dal leader del Carroccio, Matteo Salvini. Il messaggio è arrivato da un account col nome preso in prestito dal protagonista di un celebre sketch di Aldo, Giovanni e Giacomo, il finto utente Facebook Ajeje Brazorf ha scritto, tutto in maiuscolo: “Sacco di merda lontano devi stare che non ne vogliamo legaioli di merda in Sardegna. La memoria noi la abbiamo lunga”, aggiungendo la minaccia nei confronti dell’uomo di fiducia di Salvini. “Tanta compassione per il poveretto che mi minaccia di morte e avanti tutta -a commentato Zoffili, che ha appena ripreso dalle mani di Guido De Martini (a destra nella foto) il timone della Lega in Sardegna -, con il sorriso e tanta determinazione per il futuro della Sardegna e del nostro Paese. Ci vediamo il 2 giugno in piazza a Cagliari”.

LEGGI ANCHE: Fase 2, Lega in piazza anche a Cagliari: “Pronti a portare idee per la ripartenza”

A stretto giro è arrivata la solidarietà del presidente del Consiglio regionale, il leghista Michele Pais, e di tutto il gruppo consiliare. “Invito Zoffili a proseguire la sua attività politica con ancora maggior forza – ha dichiarato Pais -, nulla può giustificare questo grave e vigliacco tentativo di intimidazione. È spregevole che un uomo politico, di qualsiasi schieramento, venga fatto oggetto di minacce indegne di un paese civile. Il rispetto dell’avversario politico è fondamento imprescindibile di ogni democrazia. Mi auguro che su questo deprecabile episodio facciano chiarezza al più presto le autorità competenti”. Per il capogruppo del Carroccio in Consiglio regionale, Dario Giagoni (a sinistra nella foto), “la Lega è abituata ad andare avanti sempre a testa alta, ma anche se le offese e minacce non ci spaventano, non possiamo passare sopra a delle esternazioni tanto gravi, si rischierebbe di farla passare liscia a chi sa seminare solo odio”.

LEGGI ANCHE: Fase 2, Salvini rimanda Zoffili nell’Isola. Lui: “Torno per far ripartire la Sardegna

Total
5
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
5
Share