La Loggia Astrea, ecco tutti i massoni: 16 iscritti oltre i due Dg della Regione

Ci sono altri sedici nomi nella lista della Loggia Astrea. La numero 157 di Oristano. Sedici nomi di massoni che fanno diciotto con i due Dg della Regione. Precisamente Antonio Casula e Giuliano Patteri: l’uno a capo del Corpo forestale, l’altro primo dirigente nell’assessorato all’Industria. Entrambi sono stati nominati dalla Giunta di Christian Solinas lo scorso 28 giugno, ma tutti e due hanno ottenuto promozioni anche nella passata legislatura, col centrosinistra di Francesco Pigliaru. Sia Casula che Patteri hanno fatto carriera dentro l’ex Ente foreste (oggi agenzia Forestas). Sono rispettivamente classe ’66 e ’73.

La Loggia Astrea fa capo al Gran Maestro venerabile Tommasi Ares Daniel, nato a Lione, in Francia, libero professionista, iniziato nel 1988 da Licio Gelli a Firenze. A Oristano il primo iscritto, in ordine alfabetico, è Pietro Brundu. Poi ecco Gianfranco Casu e il Dg Antonio Casula, il cui ruolo interno è “organista”, si legge nel documento.

LEGGI ANCHE: Massoni, riecco i nomi. I sardi sono 729

Il quarto nome è quello di Francesco Mocci Demartis. Seguono Francesco Fara, Gastone Fabbri, Pietro Giagheddu e Giuseppe Guerra. Ancora: Danilo Masala, Marco Marras e Alberto Neri. Dodicesimo è l’altro Dg della Regione, Giuliano Patteri, che compare nella lista col ruolo di “segretario”.

L’elenco prosegue coi nomi di Francesco Pinna, Raimondo Pisu, Walter Sabiu, Sebastiano Salvietti, Antonio Utzeri e Giuseppe Tuveri. Tuttavia non è riportata la data, quindi non è possibile sapere se esistano ulteriori aggiornamenti delle iscrizioni. Di certo sul documento, come si vede dall’immagine, ha un timbro a tutta pagina, dove si legge che Astrea è una “regolare della Sardegna”. Una ramificazione della massoneria, le cui radici sono francesi e con una repentina espansione in Inghilterra. Sempre agli inizi del Settecento, quindi un secolo e mezzo prima dell’unificazione italiana, in Calabria venne fondata la prima loggia ascrivibile, nei metodi, all’associazione segreta che si definisce “unita da fratellanza morale”.

In Italia la costituzione di associazioni segrete è vietata dalla Costituzione. La materia è ulteriormente disciplinata a livello regionale. In Sicilia, per esempio, esiste una legge che obbliga i massoni a ufficializzare la propria appartenenza, quando ricoprono incarichi pubblici. In Sardegna non dovrebbe esistere una norma simile. Tuttavia l’iscrizione di Casula e Patteria alla Loggia Astrea è certamente destinata a diventare un caso politico.

Al. Car.
(@alessacart on Twitter)

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
48
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
48
Share