Iglesias, una guerra a 5 stelle per le comunali

Ma “chi è” il Movimento 5 Stelle a Iglesias? A dieci giorni dalla presentazione delle liste per la comunali ancora non c’è una risposta. E dire che fino a un paio di settimane fa sembrava tutto fatto. Con tanto di presentazione alla stampa e di pubblicazione, sul blog del Movimento, di una lista di candidati. Poi è saltato tutto. E il portavoce di questo gruppo di “cittadini”, Simone Muscas, ha dovuto dire che ancora non c’era stata la certificazione ufficiale da parte dello staff di Beppe Grillo. Tutto da rifare, insomma.

Storia travagliata, quella del 5 Stelle di Iglesias. Per capire come stanno le cose converrà ripercorrerla dal principio. Cioè dalla fine dello scorso anno quando un gruppo di attivisti comincia a muoversi un po’ in ordine sparso in vista delle amministrative. A novembre viene creato il blog  “Amici di Beppe Grillo Iglesias “ associato al circuito dei meetup, i luoghi virtuali dove gli aderenti al M5S s’incontrano, si confrontano, organizzano eventi.

Nel gruppo ci sono molti giovani, la maggior parte alle prime timide esperienze politiche. Ci sono anche – dicono i militanti “puri” – degli “infiltrati”. Fenomeno noto un po’ in tutt’Italia dopo il boom grillino: gente che vuole saltare sul carro del vincitore, o che vuole farlo deragliare. C’è, come è normale, un po’ di tutto.

Tra gli attivisti iglesienti si distinguono per impegno e dedizione due figure: Simone Muscas, di professione ottico, e Carla Cuccu, avvocato del foro di Cagliari. Tra i due si scatena subito una lotta per la leadership. Il gruppo originario si divide: chi segue l’ottico, chi l’avvocato. Iniziano le riunioni separate, dal meetup cittadino vengono eliminati gli ormai ex compagni di viaggio e ci sono anche altri scambi poco simpatici di cortesie. Ma soprattutto entrambi i gruppi concorrono, ognuno per proprio conto, al riconoscimento e all’accreditamento da parte dello staff di Grillo della propria lista elettorale da presentare in Comune.

Del gruppo di Muscas fanno parte, fra gli altri, Fabio Serra, Nicola Garia, Carlo Restivo e Fabio Tarozzi. Quest’ultimo è anche l’organizer del meetup iglesiente. Non si sa quasi niente invece degli attivisti del gruppo che fa riferimento a Carla Cuccu perché non si sono mai presentati in pubblico, probabilmente in ossequio alla loro interpretazione delle regole del Movimento.

Di certo i due gruppi ormai non dialogano più. Il gruppo di Muscas a più riprese appare sulla stampa facendo sfoggio del logo del movimento e facendo intendere di essere il solo e unico “movimento cittadino a 5 stelle” che correrà per le comunali. Da noi, dicono, non c’è posto per gli “imbucati” e chi è in cerca di poltrone. E si arriva, due settimane fa,  alla pubblicazione della lista poi rimossa e ora in attesa della certificazione.

Il 6 aprile, in occasione dell’assemblea regionale del M5S e dei meetup della Sardegna, a cui hanno partecipato anche i senatori Roberto Cotti ed Emanuela Serra e la deputata Emanuela Corda, c’è un tentativo di ricucire lo strappo tra i due gruppi sulcitani. Lo compie, con un accorato intervento, Nora Siddi, del gruppo che fa riferimento a Carla Cuccu. Ma non sortisce alcun risultato.

Anzi alcuni giorni dopo, a mezzo stampa, l’invito di confluire in un’unica lista e riunire le due anime del movimento 5 stelle iglesiente viene rigettato dagli stessi attivisti del gruppo di Simone Muscas. Il quale, intanto, comincia a essere indicato come il probabile candidato sindaco.

Ma le cose cambiano velocemente. E adesso, dopo la notizia dell mancata certificazione da parte dello staff nazionale, Muscas avrebbe rinunciato non solo alla corsa a sindaco ma anche a un posto da semplice consigliere comunale. Quanto all’altro gruppo, quello che fa capo all’avvocato Cuccu, le notizie sono pochissime. E non si ha idea di chi sarebbe il candidato sindaco nel caso arrivasse la certificazione nazionale. Perché una cosa è chiara: al momento i due gruppi sono contrapposti e la certificazione di uno escluderebbe l’altro. Intanto il tempo stringe. Infatti le liste possono essere presentate dalle 8 di martedi 26 aprile e fino alle 12 del giorno successivo presso l’ufficio del segretario comunale.

Carlo Martinelli

 

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share