Energia, da centrosinistra moratoria su impianti nell’agro

In attesa dell’approvazione del Piano energetico ambientale regionale, una parte del centrosinistra propone di sospendere tutte le autorizzazioni relative agli impianti solari termodinamici in zona agricola con potenza superiore ai 15 Kw, e agli impianti eolici fatta eccezione per quelli ad uso industriale o artigianale.

Partendo dalle recenti indagini della magistratura i consiglieri della maggioranza evidenziano che “esiste il fondato
sospetto che molti interventi proposti non siano finalizzati a fornire il sostegno energetico alle singole aziende agricole, ma
abbiamo il mero scopo speculativo”. A inizio mese erano infatti stati apposti i sigilli al parco eolico tra Villanovaforru, Sanluri e Sardara e tre persone persone sono state indagate per truffa aggravata, violazioni relative alla mancanza della valutazione di impatto ambientale e violazioni urbanistiche. In particolare, in quel caso, si ipotizza che l’impianto sia stato realizzato, senza le autorizzazioni, al mero scopo di ottenere gli incentivi statali e regionali. Il modello mini-eolico è nato con lo scopo di supportare i consumi di una singola azienda agricola.

“Nessuno è contro le rinnovabili, ma appunto vogliamo bloccare le speculazioni – ha detto Eugenio Lai (Sel) – Spesso per aggirare la norma sul limite dei mini eolico, si fanno tanti mini eolici e noi non vogliamo farci occupare il territorio dai signori del vento. Tantissimi sindaci sono sul piede di guerra ed è ora di dire basta e di far tornare l’energia pulita in mano
ai sardi”.
Secondo Efisio Arbau (Sv) “serve una moratoria e un provvedimento per l’accesso ad una linea di credito per gli agricoltori perchè possano realizzare questi impianti. Inoltre il Piano energetico va scritto con incontri provinciali sugli otto territori e aperti al pubblico”. Infine Gaetano Ledda (Upc-Sardegna Vera), ha annunciato l’imminente approvazione del Piano energetico regionale ricordando che sono 104 le richieste di realizzazione del minieolico sospese.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share