Assessorato Industria, altro pasticcio: Tar ferma Regione

Spuntano nuove carte sull’assessorato all’Industria sempre più vicino allo sbando: l’attuale Dg facente funzioni si trova a essere anche il direttore di tutti i quattro servizi in cui sono articolati gli uffici di via XXIX Novembre a Cagliari. E questo perché la Regione non si decide a dare corso a una sentenza del Tar, ciò che alleggerirebbe almeno una piccola parte del carico di lavoro in mano super dirigente.

Come raccontato ieri da Sardinia Post, negli uffici di via XXIX novembre ha tutto in mano Antonello Pellegrino col risultato che, non avendo poteri divini, l’attività amministrativa va molto a rilento. Troppo, senza che l’assessora Anita Pili, quota Sardegna 20venti, faccia nulla per far uscire gli uffici dalle secche della paralisi.

L’ultimo pasticcio emerso riguarda la nomina di un dirigente per il servizio Attività estrattive. Venne scelto Gianfranco Porcu, al termine di una selezione per titoli ed esami alla quale parteciparono in dieci. Porcu, a cui venne conferito l’incarico con il decreto numero 5263/96 del 21 dicembre 2020, risultò essere il primo classificato di una selezione per titoli ed esami. Il contratto sarebbe partito dal 1° gennaio del 2021.

L’esito di quella manifestazione di interesse è stato però impugnato al Tar dal secondo classificato, Alessandro Murgia, a cui il Tribunale amministrativo regionale ha dato ragione: la commissione esaminatrice non riconobbe a Murgia due titoli invece legittimi e che avrebbero ribaltato l’esito della selezione.

I commissari erano tre: Gianluca Calabrò, allora Dg dell’assessorato (poi dimissionario), Francesca Piras, parigrado alle Politiche sociali, e Massimo Temussi che in quel tempo era il direttore regionale dell’agenzia Aspal. La manifestazione di interesse è di aprile 2020.

Il Tar ha riconosciuto le ragioni del secondo classificato il 12 luglio del 2021. Con presidente Marco Lensi, estensore Grazia Flaim e consigliere Antonio Plaisant. Ma passati quasi tre mesi da quel provvedimento, la nomina per guidare il servizio di via XXIX Novembre non è mai avvenuta. Regione fermata dal Tar ma ancora inadempiente rispetto al verdetto dei giudici amministrativi. Del resto se per Porcu venne firmato un decreto, non si capisce perché il secondo classificato è ancora fuori gioco.

Alessandra Carta

Total
32
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
32
Share