Ortueri, indagini su omicidio allevatore: più colpi di arma da fuoco alla testa

Più colpi di arma da fuoco, tutti rivolti alla testa. Così è stato trovato l’allevatore di Ortueri (Nuoro) Marcello Musu, di 54 anni, ucciso ieri mattina mentre arrivava nel suo podere nelle campagne del paese in località “Suegiu e Sa Ide”. È quanto emerge da una prima perizia esterna del cadavere, eseguita dal medico legale Roberto Demontis. Tra oggi e domani il professionista riceverà l’incarico da parte del pm della Procura di Oristano, Valerio Bagattini, titolare delle indagini, per l’autopsia sul corpo della vittima, che verrà effettuata nel Policlinico di Monserrato, dove ieri è stata trasportata la salma.

Sara l’esame autoptico a dire a che ora è stato ucciso e quanti colpi sono stati esplosi sul capo della vittima. Musu, ieri mattina, era andato in azienda una prima volta all’alba e una seconda volta a metà mattina, e da allora non è più tornato a casa. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’allevatore non ha avuto possibilità di scampo: una volta sceso dal suo pick up bianco per aprire il cancello del podere, è stato raggiunto dai colpi di arma da fuoco. L’allarme è scattato in tarda mattinata quando un altro allevatore lo ha visto riverso per terra. I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Nuoro, al comando del maggiore Michele Cappa, in queste ore passano al setaccio gli elementi che si muovono intorno alla vita dell’uomo, con interrogatori, rastrellamenti e posti di blocco. Si indaga anche nel passato di Musu e su quell’arresto per tentato omicidio nei confronti di un compaesano nel lontano 1993. Vicenda da cui l’allevatore era stato però scagionato.

Total
2
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
2
Share