Incendio doloso ad Alghero, appiccati altri roghi per ostacolare i soccorsi

L’incendio che ha devastato 15 ettari di pineta alle spalle del litorale di Capo Caccia è sicuramente di origine dolosa. A conferma del fatto, ci sono state numerose azioni di disturbo che nel corso della giornata hanno imposto alle forze impegnate nella messa in sicurezza dell’area a distogliere attenzioni, uomini e mezzi per dirottarli altrove.

Il primo tentativo di distrazione è stato l’incendio appiccato a metà mattina a Fertilia, alle spalle del rifornitore di benzina che si trova proprio all’ingresso della borgata turistica, a pochi metri dal centro abitato. A fine mattinata un altro rogo, fatto partire dal canneto che si trova a ridosso dell’area lagunare del Calich, sotto il ponte romano che collega Alghero e Fertilia.

L’immediato propagarsi delle fiamme, spinte dal maestrale che a quell’ora aveva ripreso a soffiare con una certa forza, ha richiesto l’intervento alternato dei due elicotteri già impegnati a Capo Caccia, che erano arrivati di buon mattino da Bosa e Anela, a rinforzo dei canadair provenienti da Olbia.

L’ultimo ceppo incendiario è stato realizzato sempre nell’area tra il Calich e Fertilia, verso la pineta che sino a qualche mese fa ospitava il campo rom, dove tra l’altro si trova anche un campeggio privato. I camping di Sant’Imbenia e Sant’Igori sono da anni al centro di una contorta vicenda giudiziaria, in seguito alla quale sono stati posti sotto sequestro da oltre tre anni.

LEGGI ANCHE: Incendi, a Pula le fiamme minacciano le case. Rogo anche a Macchiareddu

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share