Arbus, la solidarietà dopo il disastro: da Arborea 600 quintali di foraggio

La macchina della solidarietà per Arbus, il cui territorio è stato devastato da un terribile incendio nei giorni scorsi, si è già messa in moto: l’appello lanciato via Facebook dal vicesindaco Michele Schirru era on line da poche ore quando il comune di Arborea ha iniziato a organizzare la raccolta e il trasporto di foraggio per aiutare i pastori e gli agricoltori.

Questo pomeriggio il carico è giunto a destinazione: ben sei mezzi pesanti e un trattore per un totale di circa 600 quintali di foraggio, destinati alle decine di aziende che hanno visto fienili e pascoli distrutti dalle fiamme. “In queste ore abbiamo ricevuto la solidarietà di tantissime persone – commenta Schirru – la prima è stata Manuela Pintus, sindaca di Arborea, che ha mobilitato le aziende del suo comune. E poi ci hanno promesso un aiuto da Guspini, Carbonia, Pabillonis, Sanluri, Assemini: un sostegno straordinario che fa ben sperare in una ripresa rapida del nostro territorio”. A consegnare il foraggio c’era la sindaca di Arborea, mentre le operazioni sono state seguite dal sindaco Antonio Ecca e dagli altri amministratori. Era presente anche  l’assessore all’ambiente di Villacidro Marco Erbì che ha portato la solidarietà del suo comune.

Un grande gesto, ma servirà ancora tanto lavoro per rimettere in piedi le quaranta aziende agropastorali di Arbus danneggiate dal fuoco: “Ci stiamo occupando di censire i danni – prosegue Schirru – inoltre oggi in Comune è stata votata la delibera che ci permetterà di aprire un conto fuori bilancio per raccogliere l’aiuto di quanti vorranno sostenere il nostro territorio. Rinnovo poi l’invito ai turisti già lanciato ieri: Arbus non è morta, ne devastata, ne finita: è viva, è pronta a ripartire, facendo si che i mesi di agosto e settembre siano utili a rilanciare in poco tempo il territorio attraverso le presenze turistiche”.

F.M.

Ecco il video della consegna del foraggio

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share