Il viaggio Controcorrente di Mohamed Keita

Da quando è cominciata la grande migrazione di popoli verso l’occidente il racconto del loro dramma è stato ad appannaggio quasi esclusivo di fotografi occidentali. Spesso straordinariamente bravi, capaci di servizi di grande forza narrativa. Tuttavia si tratta sempre di racconti visti da spettatori, sia pure attenti e capaci. Mi è sempre rimasta la curiosità di vedere l’immigrazione raccontata dai protagonisti, da uno di loro. Ecco perché mi piace parlare di questa iniziativa realizzata da Su Palatu Fotografia.

Mohamed Keita è un fotografo della Costa D’avorio, ha 23 anni e vive in Italia da quasi sei. Questa estate è stato uno dei resident artist della quinta edizione di Meno31,  festival di fotografia internazionale dedicato ai fotografi under 31.

Per l’occasione ha realizzato una campagna fotografica in Sardegna dal titolo “Vel Mari”, un racconto per immagini che, senza concedere niente agli stereotipi, descrive la comunità di migranti del centro di accoglienza di Alghero.  Alla fine di questa avventura  Mohamed si è rimesso in viaggio alla volta del Mali per iniziare un nuovo progetto fotografico.

L’idea del suo nuovo progetto, chiamato “Contro Corrente” è quella di ripercorrere i paesi che l’hanno visto migrante e raccontare la strada percorsa attraverso il cambio di prospettiva donatogli dall’esperienza vissuta in Italia. Per farlo è necessario un sostegno economico che Su Palatu Fotografia cerca di stimolare con una campagna di Crowdfunding che si rivolge a tutti gli amanti della fotografia chiedendo un piccolo sostegno per aiutare Mohamed ad affrontare le spese di viaggio e di produzione iniziali.

Su Palatu Fotografia metterà a disposizione degli appassionati e dei sostenitori di questa campagna fotografica i cataloghi della corrente edizione e di quelle passate.  Inoltre  verranno messe in vendita 10 foto del progetto Vel Mari con un edizione tirata in copia unica 50 x70 stampa fine art.

Alcune amministrazioni comunali, facenti parte del circuito del festival Meno31, hanno già sposato l’iniziativa e durante la campagna di crowfunding dal 17 settembre al 17 ottobre, ospiteranno la proiezione del cortometraggio dal titolo “Mohamed Keita – piedi, scarpe e occhi” scritto e diretto da Vincenzo Ligios, che in 30 min descrive la storia del fotografo ivoriano e lo svolgimento del suo progetto al Vel Marì.

Mohamed ora si trova in Guinea Conakry. É in viaggio per offrire a tutti una visone inedita su di un mondo che troppo spesso ci viene narrato solo dall’esterno. Potrà raccontarci da un punto di vista diverso, con uno sguardo “interno” un dramma epocale di portata planetaria che ha bisogno di tante voci per essere raccontato e compreso. Cliccando qui troverete il suo diario di viaggio.

Chi volesse contribuire al progetto può trovare i dettagli su questo link. in pochi giorni di campagna sono già stati raccolti quasi duecento euro, il 20% dei mille necessari.

Enrico Pinna

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share