Sondaggio Sardegna, cambia tutto: ora M5s e centrodestra quasi alla pari

Eccole qua, collegio per collegio, le intenzioni del voto in Sardegna sulle Politiche del 4 marzo.I dati, pubblicati su Repubblica.it, sono al momento quelli più aggiornati e riguardano sia la Camera che il Senato. Sotto la lente, le sei circoscrizioni uninominali per Montecitorio e le tre di Palazzo Madama. In tutte, per via della nuova legge elettorale, le sfide sono dirette: vince chi prende più voti. E ne basta anche uno solo di scarto. Il quadro che viene fuori è decisamente diverso rispetto all’indagine demoscopica del 26 gennaio, quella di Euromedia (qui l’articolo), dove il centrodestra sembrava indietro in quasi tutti i collegi dell’Isola. Invece adesso per Forza Italia e alleati è testa a testa con gli M5s.

A Cagliari, nella contesa per la Camera, la sfida all’ultimo voto, annunciata ieri da Sardinia Post, per ora viene confermata. Ma col dato aggiornato, la partita sembra riguardare solo Ugo Cappellacci e Andrea Mura: l’ex presidente della Regione, il candidato del centrodestra formato da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega-Psd’Az e Noi con l’Italia, è dato al 33,83 per cento, appena indietro rispetto al velista in corsa col Movimento Cinque Stelle, a cui viene attribuito il 34,54 per cento di consensi. Distanziato il senatore uscente Luciano Uras (Campo progressista), fermo al 22,31 per cento e che si presenta col centrosinistra di Pd, Civica popolare, +Europa-Cd e Insieme.

Nel collegio del Sulcis, ancora M5s avanti: a Pino Cabras, il giornalista blogger funzionario della Sfirs, viene assegnato il 37,33 per cento, in calo di quasi sei punti rispetto al sondaggio del 26 gennaio. Secondo è il centrodestra che ha puntato sulla dirigente medico Viviana Lantini: 31,94 per cento, con intenzioni di voto molto differenti rispetto a quelle della scorsa settimana rilevate da Euromedia. Pd e alleati sono terzi: in questa circoscrizione la candidata è la deputata uscente Romina Mura, al 21,94 per cento.

Nel collegio Nuoro-Ogliastra, le intenzioni di voto del 26 gennaio davano il centrosinistra avanti. Invece adesso i dem sono terzi al 26,48 per cento: corrono col consigliere regionale Franco Sabatini. In testa ancora i Cinque Stelle che si presentano con l’avvocata Mara Lipia, al 32,08 per cento. Ma il dato vale meno di un punto in più rispetto al 31,40 per cento che risulta assegnato a Bruno Murgia, il deputato uscente dei Fratelli d’Italia in corsa come candidato unico del centrodestra.

Nella circoscrizione di Oristano, di nuovo testa a testa tra M5s e centrodestra: il pastore-allevatore Luciano Cadeddu è al 34,61 contro il 33,41 di Gianni Lampis che è un altro Fdi della coalizione guidata da Forza Italia. Antonio Solinas, il consigliere regionale del Pd, è al 23,35. In questo collegio i numeri confermano le intenzioni di voto del 26 gennaio, quando si rilevava ugualmente poca distanza tra Cinque Stelle e centrodestra.

A Sassari il vantaggio di M5s risulta più ampio rispetto alle circoscrizioni finora analizzate: l’avvocato Mario Perantoni, stando alle intenzione di voto di Repubblica.it, ha un consenso del 35,96 per cento contro il 30,58 di Maria Grazia Salaris (Noi con l’Italia) e il 24,44 del senatore uscente dem Silvio Lai. La Salaris, consigliera di opposizione nel Comune di Alghero, corre per il centrodestra. Lai, invece, guida lo schieramento di centrosinistra. Anche in questo caso il quadro elettorale è profondamente diverso rispetto al sondaggio di Euromedia che dava gli Ms5 primi con oltre dieci punti di vantaggio.

In Gallura intenzioni di voto a parti invertite: risulta avanti il centrodestra che corre col consigliere regionale Giuseppe Fasolino. Per l’esponente azzurro il 35,48 per cento contro il 33,17 di Nardo Marino, il giornalista in corsa coi Cinque Stelle. Per Paolo Bittu, il dem del centrosinistra, il 23,19. Nel sondaggio del 26 gennaio erano in testa i Cinque Stelle.

Al Senato, nel collegio uninominale Sud (Cagliari, Sulcis e Medio Campidano), ancora una possibile sfida all’ultimo voto: Gianni Marilotti, lo scrittore insegnante scelto dagli M5s, è dato al 35,90 per cento contro il 33,24 di Chiara Basciu, la dentista di San Giovanni Suergiu che corre per il centrodestra come quota Noi con l’Italia. Terzo ancora il centrosinistra al 22,26: la candidata è la dem Daniela Porru, consulente d’impresa. Il sondaggio Euromedia del 26 gennaio riguardava solo la Camera, quindi non ci sono termini di paragone.

Nella circoscrizione Centro di Palazzo Madama (Nuoro, Ogliastra e Oristano), sempre stando ai dati pubblicati su Repubblica.it, M5s e centrodestra risultano ancora vicinissimi nella contesa per il seggio: Cinque Stelle, al 33,45 per cento e il candidato è il commercialista Emiliano Fenu; centrodestra al 32,98 con Lorenzo Palermo, il sardista dell’accordo Psd’Az-Lega. La differenza è di nuovo inferiore a un punto base. Indietro Pd e alleati che si presentano col senatore uscente Ignazio Angioni: per lui 24,74 per cento.

Infine il collegio Nord per Palazzo Madama: la partita è sempre apertissima tra M5s e centrodestra. I Cinque Stelle sono avanti col 34,57 per cento e hanno candidato Maria Vittoria Bogo, scrittrice e poetessa di Posada; per Forza-Italia e alleati c’è il giornalista del consiglio regionale, Antonio Moro, scelto da Lega-Psd’Az e dato al 33,27. Terzo il centrosinistra: Gianfranco Ganau, il presidente del Consiglio regionale, ha un consenso del 23,89, sempre stando alle intenzioni di voto.

Alessandra Carta
(@alessacart on Twitter)

LEGGI ANCHE: Tutti i candidati in Sardegna

I collegi elettorali: cerca il tuo Comune

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share