Bilancio, la pagella dell’Ugl a Fasolino: “Non prende la sufficienza”

In teoria l’Ugl è un sindacato amico. Ma Piergiorgio Piu, vicesegretario generale in Sardegna, il 6 non lo dà. Né alla Giunta di Christian Solinas né a Giuseppe Fasolino, il titolare della Programmazione cui spetta far quadrare i bilanci della Regione. La pagella all’assessore rientra in un complessivo esame sull’azione della Giunta guidata da Christian Solinas. In quest’ottica, adesso che sta finendo il 2021, Sardinia Post ha chiesto i voti a figure importanti della società sarda, ma anche a sindacalista e rappresentanti delle associazioni di categoria.

“Con l’assessore ci siamo visti anche di recente e abbiamo ribadito le nostre perplessità circa la ripartizione delle risorse. Per noi dell’Ugl – spiega il sindacalista -ci sono incongruenze da sanare. Faccio un esempio: è inutile investire nel rilancio delle zone interne, se non si fa un ragionamento sulla viabilità né si programma il potenziamento delle strutture ricettive. Il rischio è che si spendano soldi inutilmente. Il rischio è che si faccia l’ennesimo buco nell’acqua. Dirottare risorse pubbliche senza una strategia, equivale a uno spreco”.

Piergiorgio Piu

Fasolino, da delegato alla Programmazione, è un po’ la cassaforte di tutti gli assessorati. “La funzione primaria di chi gestisce questa delega in Giunta è proprio quella di ripartire i fondi avendo una visione di Sardegna. La Programmazione ha una funzione di raccordo tra tutto il sistema Regione, quindi anche un responsabilità politica che è moltiplicata. In quest’ottica non si può pensare di creare sviluppo dimenticando che la Sardegna ha la necessità di potenziare la mobilità interna, per esempio puntando sulle ferrovie”, ragiona ancora Piu.

Il vicesegretario regionale dell’Ugl lancia poi un j’accuse pesante: “È ora che la Regione faccia controlli, anziché limitarsi a elargire contributi. A noi risulta che ci siano troppi casi di persone e imprese che hanno ottenuto le risorse senza averne diritto”. A domanda precisa sul perché l’Ugl non abbia sporto denuncia, Piu risponde: “Noi le nostre segnalazioni le abbiamo fatte, tocca alla politica muoversi di conseguenza”.

Piu non dà la sufficienza né a Fasolino né alla gestione Solinas con questa motivazione: “Non ci possiamo ritenere soddisfatti di una classe dirigente che parla molto e agisce poco. Finora tutti i nostri appelli sono caduti nel vuoto. Il presidente e gli assessori fanno promesse ma non risolvono i problemi. Invece ricordiamo loro che hanno responsabilità di governo da onorare e rispettare”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
16
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
16
Share