L’imprenditore che vuole l’arresto di Nieddu, appalti regionali per un altro milione

di Alessandra Carta

Dall’Agenzia regionale Aspal all’Ats passando per il Crs4. Si estendono sino alle politiche attive per il lavoro e attraversano la sanità e il mondo della ricerca, gli interessi di Mondino Schiavone, l’imprenditore ogliastrino di cui si sarebbe parlato pochissimo, se non fosse che a marzo ha lanciato una campagna pubblicitaria (una delle sue specialità professionali) contro l’assistenza medica e ospedaliera a Lanusei. Schiavone, facendo le cose in grande, ha parallelamente sostenuto la necessità di arrestare l’assessore Mario Nieddu.

Vista la richiesta così perentoria – ma atipica, dal momento che in Regione il rappresentante legale è Christian Solinas, invece mai citato dall’imprenditore nel corso della sua crociata -, Sardinia Post ha cercato l’attività di Schiavone scoprendo che dall’inizio della legislatura, col centrodestra al governo dell’Isola, ha ottenuto lavori per 5,6 milioni di euro. Tra bandi aperti a tutti e affidamenti diretti (leggi qui la prima puntata dell’inchiesta pubblicata il 15 aprile). Gli incarichi professionali ottenuti da Schiavone e raccontati sinora dal nostro giornale hanno avuto come committenti gli assessorati; nel nuovo approfondimento odierno l’oggetto sono soprattutto le aggiudicazioni negli enti e nelle agenzie regionali.

Cominciando dall’Aspal (Politiche attive per il lavoro, nella foto), Schiavone si è aggiudicato tre gare nel giro di quattro mesi. Tra la fine del 2020 e gli inizi del 2021. La prima determinazione è la numero 2267, datata 21 dicembre 2020. Primaidea srl, la società di Schiavone – 50mila euro di capitale sociale con interessi che spaziano dalla comunicazione all’erogazione di servizi reali, è scritto nella visura – ottiene l’affidamento per realizzare il progetto “Ict Huawei Academy presso la Manifattura Tabacchi”. Durata contrattuale: 24 mesi. Il Cig (Codice identificativo gara) è 8439778521.

Primaidea srl ha vinto la procedura come capofila di un Rti, di cui fanno parte un’altra società di Schiavone, la Villanova coworking (postazioni digitale per imprese e privati in via San Saturnino a Cagliari), e la Fondazione Giacomo Brandolini, con cui l’imprenditore ogliastrino collabora non di rado. Per l’Ict Huawei Academy, Schiavone e l’Rti ottengono, come risulta dal quadro economico dell’appalto, 177.801,89 euro, comprensivi di Iva e oneri per la sicurezza. Le risorse risultano così ripartite: 24.432 euro per il 2020; 89.577 euro per il 2021; 63.792,89 euro per il 2022.

Va precisato che la Manifattura Tabacchi è diventata, per un progetto della Regione targata centrosinistra, lo spazio dove si deve realizzare la ‘Fabbrica della creatività’. Per questo i locali di viale Regina Margherita a Cagliari, per il tramite della partecipata Sardegna Ricerche, sono stati dati in affidamento dietro pagamento di un canone: tre lotti su quattro se li è aggiudicati Primaidea. Che è quindi locataria di Sardegna Ricerche, ma con l’Ict Huawei Academy la società di Schiavone ha ottenuto un compenso dall’Aspal per dare in affitto temporaneo, alla stessa agenzia regionale, quegli spazi di cui l’affidataria è la parte pubblica. Online, sul sito del Consiglio, si trova un’interrogazione del 21 maggio 2021 presentata dai Progressisti con primo firmatario Francesco Agus. Il presidente Solinas e gli assessori Alessandra Zedda (Lavoro) e Quirico Sanna (Enti locali) non hanno mai risposto. Ma il quesito da chiarire è come mai l’Aspal si sia rivolta al privato della Manifattura e non direttamente a Sardegna Ricerche.

Il secondo appalto vinto da Schivone all’Aspal è stato certificato l’8 marzo 2021, con il verbale di gara numero 3. Stavolta l’oggetto del bando, attivato sempre procedura telematica, è “la progettazione ed esecuzione di attività di selezione motivazionale/attitudinale”all’interno del programma ‘Talent up’ a sostegno dell’imprenditoria nel settore dell’innovazione. Primaidea si è aggiudicata il lavoro all’interno di un Rti con la Fondazione Giacomo Brandolini capofila. Nel raggruppamento anche la Opificio Innova, di cui Schiavone è presidente del Cda. Il Cig corrisponde al numero 8466109628. L’importo a base di gara è stato di 449.625 euro (Iva esclusa). L’Rti con Schiavone ha battuto l’Università di Cagliari che, a sua volta, ha presentato un’offerta insieme ad altre tre srl.

È invece datata 30 marzo 2021 la determinazione di Aspal con la quale Schiavone ha ottenuto il terzo affidamento in quattro mesi. Il bando ha riguardato ancora “la progettazione e l’esecuzione di attività di selezione motivazionale/attitudinale”all’interno del programma ‘Talent up’. Cig: 846610962881507904B0. Importo: 370.940,62 euro. Come nella gara dell’8 marzo, anche in questo bando l’imprenditore ogliastrino si è aggiudicato il lavoro all’interno dello stesso Rti guidata dalla Fondazione Giacomo Brandolini e a cui hanno partecipato pure Opificio Innova.

Il 14 luglio del 2020, Schiavone ha portato a casa un altro po’ di soldini attraverso il Crs4, il Centro regionale di ricerca. Con la determina numero 30, ecco l’aggiudicazione per”realizzare un Piano editoriale per l’applicazione ‘Sardegna Mobile’ e per il sito web www.sardegnaturismo.it”, si legge nel documento. Identificativo della gara (Cig): ZEA2C753D7. Importo: 39.200 euro, che fanno 47.824 con l’aggiunta dell’Iva al 22 per cento. Dal Crs4, Primaidea ha ottenuto il lavoro con affidamento diretto, trattandosi di una cifra sotto la soglia fissata dal decreto legislativo 50/2016 (cifra passata, in tempo di pandemia, da 40mila a 150mila in seguito a nuove disposizioni nazionali).

Il 22 febbraio del 2021 ecco invece la delibera di Ats, l’Azienda per la tutela della salute. Con la determinazione dirigenziale 954, la srl di Schiavone ha incassato un altro affidamento diretto. Stavolta sono 61mila euro (Iva inclusa) per il “servizio di consulenza e riadattamento dell’immagine coordinata esistente” della “campagna di screening ‘Sardi e Sicuri’. Primaidea, si legge nel bando, è stata incaricata anche di fare una “produzione audiovisiva” nonché il “rinnovamento dei contenuti mantenendo la grafica e il concept”.

Anche se i lavori di Primaidea negli assessorati li abbiamo accorpati nella prima puntata dell’inchiesta, il 15 aprile scorso, pure a questo giro è venuta fuori una determinazione che riguarda gli uffici degli esponenti della Giunta. Numero dell’atto: 6609-199, del 28 aprile 2020. L’ha firmato l’assessorato all’Agricoltura. Si tratta di un altro affidamento diretto che a Schiavone ha fatto incassare 39.040 euro (Iva inclusa, si partiva da 32mila euro), per “il servizio di progettazione e sviluppo di una campagna di informazione rivolta agli operatori del settore agroalimentare e ai consumatori finali”. Cig: 827974775E.

A far di conto, mettendo insieme tutti gli importi degli affidamenti ottenuti da Primaidea negli enti e nelle partecipate della Regione, anche con la formula dell’Rti, Schiavone può sommare almeno un altro milione e 100mila euro di ricavi. Si arriva così a 6 milioni e 700mila euro in tre anni, da quando Solinas è il capo della Giunta sarda.

Alessandra Carta

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
36
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
36
Share