Zona industriale di Pratosardo, chiusa la fase commissariale. Ora passa al Comune di Nuoro

Si chiude la fase commissariale durata dieci anni per la zona industriale di Pratosardo: dopo una delibera del Consiglio comunale approvata con 15 voti a favore, 3 contrari e 2 astenuti, il Comune di Nuoro subentra al Consorzio industriale nella gestione dell’area. Ora parte l’iter che porterà la Regione a trasferire la proprietà all’amministrazione. “Da oggi Nuoro è impegnata in una grande sfida: rilanciare la sua zona industriale, per troppo tempo lasciata in balìa dell’incertezza – commenta il sindaco Andrea Soddu -. Siamo consapevoli che ci attende un percorso irto di ostacoli, ma ora la scelta che avevamo era tra assumerci questa responsabilità o abbandonare definitivamente al proprio destino un’area strategica per lo sviluppo del centro Sardegna. La delibera del consiglio consente al Comune di agire con più forza per richiamare la Regione alle proprie responsabilità e agli impegni finora disattesi. Le Zir di Nuoro, Tossilo e Siniscola – sottolinea il primo cittadino – influiscono sull’economia dell’intera Sardegna. Lavoreremo per ottenere i finanziamenti del Pnrr, uno strumento fondamentale per il futuro dell’area”.

“In questi lunghi anni di commissariamento il Consorzio industriale – spiega l’assessora alle Attività produttive, Eleonora Angheleddu – non ha favorito l’insediamento di nuove imprese e offerto servizi utili alle aziende già insediate. Nonostante tutto a Pratosardo si sono insediate nuove imprese confermando la strategicità della Zir per il nostro territorio. L’area ha tutte le caratteristiche per diventare competitiva e per governare la transazione ecologica, la ricerca, l’innovazione tecnologica e intercettare importanti risorse, come il Pnrr. L’unica assenza è quella della Regione”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
11
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
11
Share