Stanziati 600mila euro per l’assunzione degli ex lavoratori del Porto canale

È stato pubblicato l’avviso con un importo di quasi 600mila euro, tra risorse Feg (Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione) e risorse regionali, con il quale si stabiliscono gli incentivi alle imprese che assumeranno gli ex lavoratori del Porto canale di Cagliari, appartenenti al bacino dei 190.

Ad annunciarlo la vice presidente della Giunta regionale, Alessandra Zedda, che esprime soddisfazione per il Bando pubblicato dall’Aspal a favore degli ex lavoratori del Porto industriale di Cagliari.

“La battaglia continua, non lasciamo indietro nessuno – afferma l’assessora Zedda – utilizziamo tutte le risorse disponibili, tra cui quelle Feg – lo strumento dell”Unione Europea che promuove la ricollocazione nel mercato del lavoro attraverso percorsi di politica attiva individualizzati, in favore degli ex lavoratori del Porto Canale. Gli incentivi – spiega l’esponente dell’esecutivo Solinas – sono 125 e variano dai 3.500 euro (per i contratti a tempo determinato per un minimo di 12 mesi) ai 6.500 euro (per quelli a tempo indeterminato) ed andranno alle imprese in possesso dei requisiti previsti dal bando, che hanno già avviato le assunzioni (a partire dall’8 ottobre 2020) o assumeranno in futuro, nei prossimi mesi, gli ex dipendenti del Porto Canale”.

Le domande, che dovranno essere inoltrate solo in seguito alle assunzioni, potranno essere presentate a partire dal 3 ottobre prossimo e fino al 30 giugno del 2023. L’ avviso è a sportello, le domande saranno quindi esaminate in ordine di arrivo e fino all’esaurimento delle risorse. Il testo integrale dell’avviso pubblico è consultabile sul sito web della Regione Sardegna.

[Nella foto una delle proteste dei lavoratori del Porto canale]

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
5
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
5
Share