La Sider Alloys ha iniziato a sfornare placche di alluminio: previste 200mila tonnellate all’anno

Dai primi di dicembre la fonderia della Sider Alloys di Portovesme, nel Sulcis, ha iniziato a sfornare placche in alluminio: una produzione che ora si sta assestando sui 2-3mila tonnellate al mese, ma la sua capacità aumenterà sino a circa 200mila tonnellate anno, nel 2024. Nel contempo va avanti il processo di revamping delle 328 celle elettrolitiche dello smelter, vero cuore dell’impianto del Sud ovest della Sardegna, che tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024 inizierà a produrre l’alluminio liquido. Ma non solo. Sempre dal 2024, la Sider Alloys potrà contare su un nuovo impianto, già arrivato in stabilimento ma non ancora montato perché bisognerà costruire un altro capannone. Da qui verrà fuori un prodotto sempre più richiesto dal mercato elettrico, si tratta della vergella di leghe di alluminio, utilizzato per realizzare i cavi elettrici per gli elettrodotti o linee elettriche di alta tensione.

Nel frattempo la fonderia per incrementare la produzione, dopo le placche per il mercato della laminazione (lastre o foil che serviranno per esempio a produrre vaschette alimentari in alluminio), potrà sfornare tra qualche mese – entro la fine dell’estate – billette per l’estrusione (profili di serramenti in alluminio, telati per per il settore automotive) , all’inizio del 2024 anche lingotti, anche questi utilizzati nell’industria dell’automotive (cerchi in lega, parti di motori, eccetera). In questo caso verrà utilizzato anche l’alluminio liquido prodotto dallo smelter che, appunto, dovrebbe riprendere a lavorare con le prime celle entro la fine del 2023. Un anno, questo caratterizzato, sinora, da un prezzo dell’alluminio che sembra si sia stabilizzato dopo gli alti e bassi del 2022: oggi sul mercato questo metallo viene quotato poco sopra i 2mila dollari a tonnellata. Intanto nella fabbrica del Sulcis stanno già lavorando 106 operai diretti, 224 con gli indiretti delle ditte esterne.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
86
Share