Ryanair taglia i voli nell’Isola, 22 collegamenti in meno dal 2016

Ora che c’è anche il crisma dell’ufficialità, il territorio si mobilita. Ryanair taglia i voli da Alghero e Cagliari: dall’1 aprile 2016 saranno complessivamente 22 – 14 dallo scalo di Fertilia e otto da quello di Elmas – i collegamenti in meno garantiti dalla compagnia irlandese leader del mercato aereo low cost. Allarmati dall’ennesimo schiaffo subito, dietro il quale in molti vedono una precisa strategia politica “cagliaricentrica”, attori istituzionali, economici e sociali del territorio di Alghero chiedono conto all’assessore regionale dei Trasporti, Massimo Deiana. L’appuntamento per un faccia a faccia che si annuncia particolarmente teso è fissato per domani alle 12 a Sant’Anna, nella sede del Comune. Insieme a Deiana e al sindaco Mario Bruno si confronteranno i consiglieri regionali eletti nel collegio del Nord Ovest Sardegna, i sindaci del territorio, i rappresentanti delle associazioni economiche e datoriali, soprattutto quelle a principale vocazione turistica. Penalizzato dai tagli, quindi, soprattutto l’aeroporto di Alghero. Addio a mete storiche come Parigi, Madrid e Barcellona, tanto per citare le tratte che hanno cambiato radicalmente la geografia del turismo per il Nord Ovest Sardegna, sia in entrata che in uscita.

“Per l’estate 2016 la nostra capacità ad Alghero sarà dimezzata, passando da due aerei che hanno base lì a uno solo”, ha dichiarato John Alborante, sales and marketing manager della compagnia, confermando così la ridda di voci e di anticipazione che nelle ultime settimane hanno messo in agitazione la politica regionale e l’intero comparto turistico-ricettivo catalano. Alghero rischia di sparire dalle cartine dei viaggiatori di tutta Europa, ma con il ridimensionamento stabilito da Ryanair si allontana anche il resto d’Italia. Via il collegamento con Ciampino e altri sei, tra i quali Treviso e Trieste. Molte tratte giornaliere diventano bisettimanali e il volo per Bergamo si dimezza: da due a uno solo giornaliero. Il nuovo assetto produrrà anche un ridimensionamento del personale, con i dipendenti Ryanair invitati per lettera a indicare quale sarebbe l’eventuale destinazione alternativa desiderata. Questa situazione, associata al timore che l’Unione europea possa costringere le società di gestione a pagare multe salatissime per le risorse avute dalla Regione, è un cappio al collo per Sogeaal e per il processo finalizzato alla sua privatizzazione, al momento oggettivamente impraticabile. Meno impattanti i tagli su Cagliari: all’aeroporto Mameli di Elmas rimarranno di stanza due aeromobili che continueranno a garantire 14 collegamenti su 22. Tra quelli tagliati c’è Marsiglia mentre resta Parigi, via Madrid e Dusserdolf, salvo invece il Girona-Barcellona. E sul fronte dei collegamenti nazionali, Ryanair cancellerà su Cagliari tre voli: Genova, Perugia e Torino.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share