Latte, il ministro Centinaio ottimista: “Confronto su bozza intesa continuerà”

“È una bozza d’accordo su cui si confronteranno ulteriormente le singole parti nelle prossime ore: vedremo se quanto proposto sarà apprezzato. Sono contento, c’è stato impegno e quindi si parte da un ragionamento sul prezzo base e poi su dieci punti di confronto. L’obiettivo è che questa filiera possa funzionare. Il nostro obiettivo è anche superare un euro”. Sono le parole del ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, al termine del vertice tra industriali, pastori, Governo e Regione sul prezzo del latte.

“Nel tavolo di filiera del prossimo 21 febbraio porteremo anche un progetto di internazionalizzazione per cercare di alimentare le vendite”. “Stiamo lavorando in modo serio”, ha aggiunto. Nel pacchetto di dieci punti illustrato dal ministro ci sono il rispetto delle regole e aumento sanzioni, la stretta collaborazione con il mondo bancario, registro telematico di ovino e caprino, iniziative con la grande distribuzione.

“Tutto quello – ha spiegato Centinaio – che può essere inserito nel decreto emergenza sarà fatto. Da parte nostra c’è la necessità di dire ai pastori di presidiare affinché i presidi siano punti di confronto, non di scontro. Sono ottimista: io penso che l’obiettivo sarà raggiunto”. Sui 44 milioni di interventi Centinaio non teme l’Europa: “I nostri tecnici – ha detto – dicono che non si tratta di aiuto di stato”.

Immediato il commento del vice premier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “I 72 centesimi al litro (come acconto) sono un ulteriore passo in avanti per risolvere il problema del latte di pecora. È un’ottima notizia. Possiamo dire di aver iniziato un nuovo percorso, insieme a pastori sardi e industriali, con un governo che non ha usato la repressione ma il dialogo e il buonsenso. Complimenti anche al ministro Centinaio. Continuiamo a lavorare per chiudere l’intesa. E da domani sarò personalmente in Sardegna”, ha dichiarato.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
4
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
4
Share