La svolta led di Quartu: 10.701 punti luce a basso consumo e 300mila euro di risparmio

Diecimila nuovi punti luci, rigorosamente led. Così il Comune di Quartu, guidato da Graziano Milia, risparmierà 300mila euro. Il progetto è stato presentato oggi. Con due obiettivi: “raggiungere il traguardo di una illuminazione capillare in tutta la città e abbassare la spesa per l’energia”, specie in un periodo di aumenti.

La svolta led è pronta a a prendere avvio grazie all’accordo tra il Municipio della terza città sarda e il Gruppo Engie, la società che si occupa delle luci a Quartu. Il nuovo piano verrà esteso anche alle lottizzazioni del litorale e ai parchi. Previsti anche lavori di manutenzione straordinaria che “garantiranno un miglioramento degli standard normativi e illuminotecnici. In sostanza “si avranno benefici in termini di riduzione dell’inquinamento luminoso e delle emissioni di Co2, per un totale di 988 tonnellate annue”, hanno spiegato Comune e partner. È stato inoltre calcolata una consistente moderazione di consumo energetico, stimata in un un 60 per cento in meno rispetto allo stato attuale.

“Siamo soddisfatti per l’avvio di questo progetto, perché ci permette di risparmiare annualmente una somma importante, o meglio liberare risorse da destinare ad altri servizi e altri progetti – ha dertto il vice sindaco e assessore all’Ambiente, Tore Sanna -. Grazie alle nuove tecnologie in via di introduzione otterremo ogni anno nuove economie, pari a 988 tonnellate per quanto riguarda il CO2 e 486 tonnellate per ciò che concerne il petrolio”.

Il programma prevede il completamento del progetto entro la fine dell’anno, compreso l’intervento riguardante il controllo degli impianti da remoto. Allo stato attuale i punti luce comunali sono 10.795, “ma grazie alle ottimizzazioni energetiche ed illuminotecniche saranno sostituiti con 10.701 apparecchi led di diverse tipologie”. Garantiti dei nodi necessari all’integrazione del sistema di telecontrollo. Tutto ciò permetterà anche di assicurare interventi e ripristini più rapidi. “Con inevitabili riflessi per la sicurezza del traffico stradale e della viabilità pedonale”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share