Convocati gli ‘Stati generali del turismo’: la Regione incontra operatori e sindaci

Analizzare i flussi della stagione turistica 2022 e confrontarsi sullo sviluppo della ‘Destinazione Sardegna’ sono i temi principali degli “Stati generali del turismo” che si terranno giovedì 29 settembre, alle 10.30 nella sala Castello dell’Hotel Regina Margherita a Cagliari.

La prima sessione si chiuderà alle 13, mentre la seconda si svolgerà dalle 14.30 alle 17. “Vogliamo fare il bilancio di questa stagione e ragionare sul futuro con protagonisti della filiera, amministratori locali ed esperti, che si potranno confrontare col Presidente della Regione e alcuni assessori regionali – ha sottolineato l’assessore del Turismo, Gianni Chessa -. Sarà un’ottima occasione per preparare la prossima stagione, oltre che per coordinare gli sforzi verso la realizzazione di alcuni obiettivi, tra i quali anche una definitiva destagionalizzazione dei flussi turistici. Tratteremo alcuni aspetti fondamentali, come la formazione, l’accoglienza, l’ospitalità e la certezza dei collegamenti, ma anche i problemi legati all’assistenza sanitaria e all’ambiente nei periodi di maggiore affluenza nell’Isola. Solo creando una fattiva collaborazione tra i vari attori possiamo affrontare le criticità e gestire l’ipotesi di un turismo in continua crescita”.

Sono stati invitati i rappresentanti delle associazioni di categoria, anche datoriali, gli operatori del settore, i sindaci dei maggiori comuni costieri e i direttori generali delle aziende sanitarie. Ai lavori, parteciperanno il presidente della Regione, Christian Solinas, gli assessori del Turismo, degli Enti Locali, del Lavoro e del Bilancio, Gianni Chessa, Quirico Sanna, Alessandra Zedda e Giuseppe Fasolino. Interverranno anche Andrea Delfini, fondatore del “Nero lifestyle hotels” e ceo di “Balstness”, e Salvatore Messina, economista specializzato in marketing e promozione turistica.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
13
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
13
Share