Chimica verde, l’Eni al Mise: “Avanti col progetto Matrica a Porto Torres”

Avanti tutta con il progetto di chimica ‘verde’ nell’ex petrolchimico di Porto Torres (Sassari). La conferma degli obiettivi del protocollo d’intesa firmato nel maggio 2011 per il sito di Matrica, la società nata dalla joint venture paritetica tra Novamont e Versalis (Eni) per la realizzazione di una bioraffineria di terza generazione integrata nel territorio, è arrivata oggi in un vertice al ministero dello Sviluppo economico. Il Governo, rappresentato dal vice ministro Claudio De Vincenti, la Regione Sardegna, con il presidente Francesco Pigliaru, i vertici di Eni, Salvatore Sardo, e Novamont, Catia Bastioli, hanno condiviso e rilanciato le linee industriali, di ricerca, di bonifica ed occupazionali previste dal progetto, ribadendo gli investimenti necessari per la sua realizzazione. E’ stato poi deciso di demandare a specifici tavoli tecnici tra le istituzioni e le aziende la messa a punto degli strumenti e delle misure per accelerare l’applicazione e lo sviluppo degli interventi previsti dal protocollo d’intesa, comprese le azioni volte a determinare le condizioni per l’attivazione della cosiddetta Fase 3, quella relativa all’ampliamento e completamento degli impianti per realizzare le bioplastiche. Partendo dall’utilizzo di materie prime agricole (cardo) e di scarti vegetali, la nuova bioraffineria produrrà una gamma di prodotti chimici (biochemicals, biointermedi, basi per biolubrificanti e bioadditivi per gomme) attraverso processi innovativi e a basso impatto ambientale. Governo, Regione Sardegna, Eni e Novamont si riconvocheranno entro il mese di aprile per fare il punto dei lavori dei tavoli tecnici.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share