Covid-19, la Sardegna ora torna gialla. Riaprono anche i musei e i beni culturali

La Sardegna rientra in zona gialla e Cagliari è pronta a riprendere la sua ricca programmazione riaprendo all’arte e ai beni culturali della città. Se il protrarsi e riproporsi delle chiusure hanno permesso di tenere vivo il dialogo con il pubblico che ha seguito le iniziative proposte sul web, ora i luoghi della cultura cittadini sono felici di riaccogliere i visitatori tra riscoperte e novità. Ecco le proposte partendo dai Musei civici di Cagliari, la rete museale della città che alla Galleria comunale d’arte, aperta dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 20, ospita oltre all’esposizione permanente che comprende la Collezione Ingrao, costituita dalle opere dei più grandi maestri italiani del Novecento, il nuovo allestimento all’interno di una sala dedicata di una selezione delle opere facenti parte del Fondo di arte sacra della Collezione Ingrao che conferma le indubbie qualità di connoiseur di Francesco Paolo Ingrao, già evidenziate nella scelta delle sculture e dei dipinti della sua collezione di opere del XIX e XX secolo.

Il Palazzo di città resterà chiuso fino al giorno 20 ma soltanto per ultimare i preparativi per la presentazione di una nuova mostra. Dal 21 il Museo sarà aperto dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 21. Nella parte più alta della Cittadella dei musei, il maggiore polo museale dell’Isola, è ospitato il Museo d’arte siamese Stefano Cardu, aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20, che per via della straordinarietà dei pezzi che possiede e della storia che lo accompagna è il fiore all’occhiello delle Collezioni  civiche. Da lunedì 17 maggio riaprono anche i centri comunali d’arte e cultura di Cagliari Castello di San Michele, Il Ghetto e l’Exma. Al Castello di San Michele, aperto al pubblico dal lunedì al la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 20, è visitabile la mostra “Madre Pietra, la natura, la scultura, la città” a cura di Simona Campus e Tiziana Ciocca in collaborazione con Maria Sciola e la Fondazione Sciola. Al Ghetto, aperto al pubblico dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, è possibile visitare la mostra antologica a cura della Fondazione Claudio Pulli “Claudio Pulli. Pittore, scultore, ceramista”. Infine, l’Exma che presenta al pubblico la mostra “Marzio Toniolo. Il Lazzaretto di Cagliari apre al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 con la mostra “La traversata. Viaggio metafisico di Fabrizio Antonio Ibba”. Insieme a loro riaprono al pubblico dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19, anche i beni culturali. Insieme alla Cripta di Santa Restituta, alla Grotta della vipera, una menzione particolare merita la riapertura della Passeggiata coperta del Bastione di Saint Remy e della Galleria dello sperone dove è possibile ammirare la Collezione di arte contemporanea fortemente voluta alla fine degli anni ’60 dall’allora direttore dei Musei civici, Ugo Ugo, che annovera opere degli anni Sessanta e Settanta di artisti di fama nazionale e internazionale. Apre anche l’Anfiteatro romano che sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Total
3
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
3
Share