Sardegna isola di pace, Convegno internazionale oggi a Roma

Trident Juncture, il più grande dispiegamento militare Nato dalla caduta del muro di Berlino, in questi giorni ha cominciato a muovere ingenti forze aeronavali e terrestri per tutto il Mediterraneo. Una prova muscolare che coinvolge 33 Stati in molteplici scenari di guerra e nei poligoni militari, nelle basi navali e negli aeroporti militari di Italia, Portogallo, Spagna e Italia, fino al 6 novembre. La fase operativa a fuoco ha avuto inizio il 21 ottobre scorso e vede la Sardegna tra le regioni principalmente interessate (poligono di Capo Teulada e aeroporto di Decimomannu). La Sardegna che si ribella all’uso militare della sua terra, che si oppone al progetto di trasformazione in portaerei al servizio della Nato, la Sardegna delle istituzioni e della società civile che si batte contro le servitù militari prenderà parte ai lavori del Convegno internazionale per l’uscita dell’Italia e dell’Europa dalla NATO, previsto a Roma oggi, 26 ottobre, dalle ore 10:30 alle 17:30, presso il Centro Congressi Cavour (via Cavour, 50/a). L’evento sarà anche l’occasione per creare una rete internazionale per una politica di pace e neutralità del Mediterraneo.

I partecipanti. Dimitrios Konstantakopoulos, Greece, The Delphi Initiative; former member, Central Committee of Syriza; Tatiana Zhdanoka, Latvia, acting MEP, Green Party; Javier Couso Permuy, Spain, acting MEP, GUE; Filipe Ferreira, Portugal, member of Conselho Português para a Paz e Cooperação; George Loukaides, Cyprus, member of Cyprus Parliament; Ingela Martensson, Norway, former Swedish MP, member of Women for Peace committee; Kristine Karch, Germany, Co-Chair of the Int. network “No to war – no to NATO” – board member of INES (International Network of Engineers and Scientists for Global Responsibility); Webster Tarpley, USA, Tax Wall Street Party / United Front Against Austerity; Marios Kritikos, Greece, vice president of Adedy, labor confederation; Ingeberg Breines, Norway, president of International Peace Bureau; Paola De Pin, Italy, Member of the Senate, Green party; Bartolomeo Pepe, Italy, Member of the Senate, Green party; Reiner Braun, Germany, ICC member, int.l network “No to War- no to NATO” – Co-president of IPB; Roberto Cotti, Italy, Member of the Senate, Five Star Movement; Carlo Sibilia, Italy, member of the Lower Chamber, Five Star Movement; Mirko Busto, Italy, member of the Lower Chamber, Five Star Movement; Paolo Bernini, Italy, member of the Lower Chamber, Five Star Mouvement; Giulietto Chiesa, Italy, former MEP, journalist, founder of PandoraTV; Ferdinando Imposimato, Italy, honorary president of the Supreme Court of Cassation; Manlio Dinucci, Italy, journalist, co founder of the Committee No War No Nato; Fulvio Grimaldi, Italy, journalist, co founder of the Committee No War No Nato; Alex Zanotelli, Italy, missionary; Enzo Brandi, Italy, engineer, activist of the No War Network – Rome; Pino Cabras, Italy, editor-in-chief of Megachip.info; Massimo Zucchetti, Italy, professor, University of Turin; Don Renato Sacco, Italy, national coordinator of Pax Christi organization; Vauro Senesi, Italy, journalist, cartoonist; Giorgio Cremaschi, Italy, union official; Antonio Mazzeo, Italy, journalist; Fabio D’Alessandro, No Muos Committee.

Messaggi in testo e in video: Yanis Varoufakis, Greece, former Finance minister, economist; Franco Cardini, Italy, historian; Jeremy Corbyn, UK, Leader of the Labour Party; Gojko Raicevic, Montenegro, chairman No War No Nato movement; Josefina Fraile Martín, Spain, president of Terra SOS-tenible; ANEMOI, Spain, III República movement; Paolo Becchi, Italy, professor, University of Genoa.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share