Precipita aereo, tra le vittime imprenditore con casa a Olbia

Sono stati diffusi in serata i nomi di tutte le vittime della tragedia avvenuta oggi a San Donato Milanese, dove un aereo diretto a Olbia con otto persone a bordo è precipitato schiantandosi su una palazzina in costruzione.

Due i nuclei familiari coinvolti nella tragedia e due le vittime italiane: Filippo Nascimbene, 33 anni di origini pavesi ma residente a Milano, e il figlio Raphael, nato nel capoluogo lombardo nel 2020. A bordo dell’aereo c’erano anche Claire Stephanie Caroline Alexandrescou, 34 anni, nata in Francia, madre di Raphael e moglie di Nascimbene e sua mamma Miruna Anca Wanda Lozinschi, romena di 65 anni. L’altra famiglia coinvolta è quella dei Petrescu, con il padre Dan, 68 anni, il figlio Dan Stefan, 30 anni, e la moglie Regina Dorotea Petrescu Balzat, 65 anni. L’ottava vittima è Julien Brossard, 36 anni, amico canadese di Dan Stefan Petrescu. La Polizia ha precisato che in attesa di ufficialità derivata dalle comparazioni dei profili genetici e considerando l’assenza di una lista passeggeri ufficiale, queste sono le otto plausibili vittime.

Dan Petrescu, proprietario e pilota dell’aereo, era considerato uno degli uomini più ricchi della Romania. Secondo quanto riferito dalla stampa romena, Petrescu stava raggiungendo con la sua famiglia Olbia, dove possiede una villa e dove ad attenderlo c’era la madre, di 98 anni. L’aereo era stato acquistato nel 2015 da Petrescu insieme a Vova Cohn, ex azionista della squadra di calcio della Dinamo Bucarest.

La Procura di Milano ha avviato tutti gli accertamenti. La scatola nera è stata recuperata e sono stati acquisiti i video delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso il momento dell’impatto del piccolo aereo privato.

“Si vede la fiammata al momento dell’impatto – ha spiegato ai giornalisti la procuratrice aggiunta milanese Tiziana Siciliano poco dopo aver concluso il sopralluogo a cui ha preso parte anche la pm di turno, Giovanna Cavalleri – . Ora dobbiamo acquisire anche tutta la documentazione necessaria per ricostruire la dinamica del disastro. Al momento è troppo presto per qualsiasi ipotesi. Si sa che il volo è stato seguito fino a un certo punto. Dopo si è verificata qualche anomalia nella traccia radar e poi è precipitato”. Da quanto si apprende dal velivolo non è stato lanciato alcun allarme prima del terribile impatto contro la palazzina.

Total
9
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
9
Share