Omicidio Arzana, autopsia sulla vittima. Fatale una fucilata ravvicinata alla nuca

È stata un’esecuzione in piena regola quella ai danni di Cesare Balzano, il 50enne ucciso domenica mattina nelle campagne di Arzana. Sono state esplose due fucilate: una al petto e la seconda mortale alla nuca da una distanza ravvicinata. Sono i primi dettagli che emergono dall’autopsia, affidata al medico legale di Cagliari, Matteo Nioi, sul cadavere di Balzano. L’esame autoptico si è concluso ieri tarda sera, dopo sette ore di lavoro: è stata infatti seguita la procedura internazionale che, in questo caso, prevede anche di effettuare una Tac sul corpo.

LEGGI ANCHE: Omicidio Arzana, attesa per l’autopsia. Investigatori a caccia di testimonianze

Un’analisi più approfondita che ha protratto l’autopsia. La salma è già stata restituita ai familiari e i funerali si terranno oggi ad Arzana alle 17.30. Nel frattempo i carabinieri proseguono nelle indagini nel tentativo di fare piena luce sul delitto: si scava soprattutto nel passato di Balzano, conosciuto dalle forze dell’ordine perché coinvolto in fatti di sangue avvenuti tra il 2000 e il 2006 in Ogliastra.

Total
8
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
8
Share