Marina Castangia è sparita nel nulla: compagno indagato si dice all’oscuro

Ha negato ogni coinvolgimento nella scomparsa della sua compagna Marina Castangia, parrucchiera di 60 anni, originaria di Cabras e residente a Mogorella, sparita nel nulla ai primi di maggio. Così Antonio Demelas, il 69enne indagato dalla Procura di Oristano per omicidio volontario. L’uomo è entrato nella caserma dei carabinieri di Ruinas ieri intorno alle 15, insieme alla sua avvocata Monica Masia. “Ha risposto a lungo alle domande degli inquirenti ribadendo la sua estraneità nella scomparsa della compagna – riferisce all’Ansa la legale -. Il mio assistito ha manifestato la massima disponibilità nei confronti degli inquirenti, rispondendo con serenità a tutti gli interrogativi che gli venivano posti”. Terminato l’interrogatorio, Demelas è ritornato a Mogorella nella sua abitazione di via Vittorio Veneto. La stessa casa che poche ore prima i carabinieri di Oristano e gli specialisti del Ris di Cagliari avevano passato al setaccio in cerca di elementi utili alle indagini. È stato poi l’indagato ad accompagnare i militari nelle abitazioni di due suoi parenti, dove sono stati effettuati altri accertamenti.

LEGGI ANCHE: Donna scomparsa, compagno indagato. “Il nostro letto? L’ho buttato, era brutto”

Al momento non si sa se nel corso delle perquisizioni e dei sopralluoghi siano stati recuperati indizi che possano chiarire il mistero, di sicuro gli specialisti dell’Arma dovranno ancora lavorare per analizzare i reperti recuperati. L’abitazione di Demelas non è stata sequestrata. I carabinieri continuano a lavorare sul caso, ricostruendo anche gli spostamenti di Marina Castangia alla luce delle dichiarazioni rilasciate dallo stesso compagno ai microfoni della trasmissione di Rai Tre, Chi l’ha visto?. Il 69enne sostiene di aver visto per l’ultima volta la donna il 7 maggio scorso: era tornata a casa a prendere degli effetti personali, lasciando però i suoi tre telefoni cellulari e l’auto parcheggiata all’esterno. I familiari di Marina non hanno invece sue notizie da fine gennaio-inizio febbraio: aveva accompagnato il fratello Antonio in ospedale a Cagliari, da allora si sono perse le sue tracce.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
15
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
15
Share