L’università di Cagliari premia Conte: avrà il titolo di Mediatore mediterraneo

La visita del premier Giuseppe Conte prevista dopodomani a Cagliari è caratterizzata dal suo ruolo accademico. Tanto che il presidente del Consiglio dei ministri viene in veste di docente di diritto civile per partecipare al convegno ‘Autonomia e responsabilità nella gestione delle crisi: quali modelli nazionali, europei e internazionali?’, organizzato dall’università di Cagliari a palazzo Viceregio. Sarà in quell’occasione che il premier riceverà il riconoscimento di Mediatore mediterraneo 2019 dal docente di Diritto privato, Carlo Pilia, che è anche il coordinatore scientifico del convegno.

LEGGI ANCHE: Il premier Conte a Cagliari il 2 ottobre. Ma niente politica: sarà qui come prof 

La motivazione del riconoscimento a Giuseppe Conte è per “aver svolto magistralmente il ruolo di mediatore tra e per gli italiani negli scenari di crisi nazionali e internazionali”. Il convegno inizierà domani, ma l’intervento del premier è previsto per il 2 ottobre. La giornata comincerà alle nove ed è dedicata alle crisi in ambito privato nel diritto dei contratti e dei consumatori.

Sono previsti gli interventi di Massimo Proto (Unilink), su ‘contratto e intelligenza artificiale’, Tiziana Fragomeni (Foro Milano) su ‘i patti preconflittuali’, E. Stathis Banakas (Uea, Uk) su ‘la responsabilità civile nei rapporti di consumo’, Enrico Mastinu (Università di Cagliari) su ‘diritto e processo nella disciplina della risoluzione alternativa delle controversie di lavoro’, Anna Maria Siniscalchi (Università di Cagliari) su ‘nuovi profili di tutela nella responsabilità sanitaria’, Valerio Pescatore (Università di Brescia) su ‘la responsabilità solidale’, Massimo Deiana (Università di Cagliari) su ‘i conflitti pubblicistici nella gestione delle strutture aeroportuali’ e Carlo Pilia (Università di Cagliari) su ‘l’autonomia dei consumatori e dei professionisti nella gestione dei conflitti”. Il convegno sarà moderato da Sergio Nuvoli, addetto stampa dell’Università di Cagliari.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
47
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
47
Share