Eolico in mare, da Posada appello agli altri centri per combattere progetto

Consigli comunali congiunti per lottare contro il piano del nuovo parco eolico galleggiante. Posada ha già bocciato il progetto in aula consiliare. E ora dal gruppo consiliare Posada bene comune arriva la proposta rivolta ai centri coinvolti dall’operazione: un maxi Consiglio comunale con i rappresentanti di Olbia, Loiri Porto San Paolo, Siniscola, Budoni e San Teodoro.

“Le promesse di un incontro e di un approfondimento con l’azienda – scrivono i consiglieri di Posada – è svanita in pochi giorni: la società ha già presentato alla Capitaneria di Olbia la richiesta di concessione del tratto di mare. E il 30 giugno scadranno i termini per la presentazione di chiarimenti e opposizioni”.

E allora ecco l’invito a fare fronte comune con i centri vicini. Il Consiglio comunale di Posada ha bocciato all’unanimità la proposta della società Tibula Energia. Il parco prevede la presenza di 62 turbine eoliche galleggianti, posizionate a una distanza dalla costa che varia da un minimo di 25 a un massimo di 40 chilometri.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
2
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
2
Share