Due incidenti in mare, restano gravi i feriti. Una vittima era campione di pesca

Nei due incidenti occorsi ieri nell’arcipelago di La Maddalena, che sono costati la vita a due persone, restano gravi le condizioni dei tre feriti. Tutti erano usciti per una battuta di pesca. Nel primo incidente, avvenuto alle prime ore del mattino, due cugini maddalenini di 24 e 16 anni sono rimasti feriti dopo essersi schiantati con il loro gommone sugli scogli davanti a Punta Tegge. Il più giovane dei due è sedato e intubato in Rianimazione a Sassari, ed è tenuto in vita dai macchinari. Il 24enne è ricorso alle cure del Pronto soccorso ed è stato dimesso poco dopo.

Nel secondo incidente, avvenuto intorno alle 18, un motoscafo è andato a sbattere contro gli scogli davanti all’Isola delle bisce, sotto Caprera. La barca si è ribaltata e i quattro a bordo sono stati sbalzati in mare. Due di loro, Tommy Di Chello, 38 anni, titolare di un’impresa di giardinaggio a Golfo Aranci, e Giacomo Bot (e non Botte, come previamente appreso), di Napoli, sono morti sul colpo. Bot, 56 anni, era un pescatore sportivo esperto, iscritto al Coni e pluripremiato nelle competizioni internazionali: al campionato mondiale attività marittime-Big-Game per nazioni del 2007 aveva conquistato la medaglia d’argento. Gli altri due sono rimasti gravemente feriti e dopo un primo ricovero all’ospedale di La Maddalena sono stati trasferiti al Giovanni Paolo II di Olbia con l’elisoccorso del 118. Uno, residente in Campania, è ricoverato nel reparto di Medicina con traumi e fratture varie. L’altro, Carlo Nieddu, di Golfo Aranci, è in condizioni più gravi, ricoverato nel reparto Rianimazione, e dovrebbe essere sottoposto a un intervento chirurgico.

Le indagini su entrambi gli incidenti sono condotte dalla Guardia Costiera di La Maddalena, coordinate dalla pm Nadia La Femina della Procura di Tempio Pausania, che ha imposto il massimo riserbo sui fatti. Intanto, il sindaco di Golfo Aranci, Mario Mulas, ha proclamato il lutto cittadino: “Riteniamo di interpretare il sentimento dell’intera comunità golfarancina, vogliamo manifestare in modo tangibile e solenne il dolore e il cordoglio del Comune di Golfo Aranci per questa grave tragedia che ha colpito tutta la cittadinanza”, ha detto. Il sindaco ha anche annullato le manifestazioni previste per le festività natalizie.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share