Crollo edificio all’Università, il sindaco Truzzu: “Grazie a Dio nessun ferito”

“La cosa importante è che non ci sia nessuna persona coinvolta. Le immagini sono sconvolgenti, aspettiamo di capire le cause ma ringraziamo che non ci fosse nessuno. Il Signore ci ha graziati”. È stato il commento, a caldo, del sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, accorso ieri notte in seguito al crollo di un edificio della facoltà di Geologia a Cagliari – ora usata per Lingue. “Se fosse successo prima sarebbe stata una strage. Lo stato d’animo è quello di chi sa che la nostra vita è appesa a un filo”, ha concluso.

Anche il Rettore dell’Università di Cagliari, Francesco Mola, si è precipitato ieri sul luogo del crollo della palazzina che ospita la Facoltà di Lingue. “Non c’è stato nessun segnale che si potesse verificare quanto accaduto. Gli edifici delle nostre facoltà vengono ispezionati regolarmente. Nell’aula crollata l’ultima manutenzione ordinaria era stata effettuata tre o quattro anni fa. Non c’è stata nessuna avvisaglia, nessuna crepa o un rumore che potesse far pensare a un simile cedimento. Per fortuna è accaduto in un orario in cui l’aula era vuota. Ora dobbiamo capire le cause. Gli studenti – ha detto – hanno fatto l’ultima lezione verso le 17 e poi sono andati via. Quindi , come di consueto, tutti gli edifici vengono ispezionati e, una volta accertato che non vi sia nessuno all’interno, vengono chiusi”. La palazzina, che non ha subito di recente alcun intervento, si trova accanto a un altro edificio a forma di C che ospita altre aule e l’asilo della facoltà. “Tutto questo edificio limitrofo, come ci hanno già comunicato – fanno sapere i rappresentanti degli studenti – rimarrà chiuso per verifiche”. Intanto le lezioni della facoltà interessata dal crollo saranno sospese per tutta la settimana, mentre dalla settimana prossima riprenderanno in Dad.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
25
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
25
Share