Cagliari, ultima chiamata per la serie A. Imperativo vincere, ma può non bastare

Cagliari costretto a vincere a Venezia. Con la speranza che la Salernitana non prenda tre punti nella sfida alla stessa ora con l’Udinese. È la giornata dei verdetti definitivi: se i rossoblù non sorpassano o non affiancano i campani devono salutare la A. E ricominciare dalla serie B a sei anni dall’ultimo ritorno nella massima serie. Mister Agostini concentrato su quello che dipende da lui e dai suoi uomini: senza una vittoria non sì più nemmeno confidare nelle disgrazie altrui. In panchina il mister non farà troppe domande sul risultato dell’Arechi: “Pensiamo solo a quello che dobbiamo fare noi – ha detto nella conferenza stampa della vigilia -, il resto sarebbe solo un inutile spreco di energie. Chiaro che tutti siamo consapevoli che si gioca una partita importante all’Arechi, ma stare lì a pensarci troppo non ci aiuta. Noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita e a tirare fuori quello che vuole in una partita che non possiamo sbagliare. La differenza in questi casi la fa la testa”.

Squadra che ancora ci crede: “Dopo la sconfitta con l’Inter eravamo delusi – ha continuato – ma è comprensibile. Ma dopo è cominciata una settimana di lavoro in cui ci siamo allenati molto bene”. Speranze? “Dobbiamo dare il massimo, io per primo – ha spiegato – per me il Cagliari è qualcosa di eccezionale, in testa ho solo la consapevolezza che devo dare tutto per questo club”. Nessuna anticipazione su modulo e squadra: “Bisogna essere pronti a cambiare – ha detto senza sbilanciarsi troppo – anche durante la gara”. Rimane il dubbio sullo schieramento a tre o a quattro in difesa. Ma è un interrogativo legato alla scelta dei giocatori che Agostini ritiene più adatti tecnicamente e caratterialmente per questa gara. Ad esempio Altare e Ceppitelli partono favoriti anche per la possibilità di sfruttare il loro potenziale nelle mischie in area avversaria. In mezzo spazio a Nandez. Mentre davanti non è detto che parta dall’inizio Pavoletti: il bomber di Livorno potrebbe cominciare dalla panchina per un impiego nell’eventuale forcing finale. La tifoseria ci crede: venduti circa 650 biglietti per il settore ospiti del Penzo.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
5
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
5
Share