is arenas

Is Arenas, in manette Cellino, Contini e Lilliu

Terremoto Is Arenas. Questa mattina sono stati arrestati il presidente del Cagliari Calcio Massimo Cellino, il sindaco di Quartu Sant’Elena Mauro Contini e l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Quartu Stefano Lilliu. Una raffica di arresti avvenuti alle 8 di questa mattina.

I tre sono stati prelevati dagli uomini del corpo forestale  mentre si trovavano nelle loro abitazioni.

Le misure cautelari sono state firmate dal gip di Cagliari Giampaolo Casula su richiesta del pm Enrico Lussu titolare dell’inchiesta sullo stadio di Is Arenas. Le accuse sono di tentato peculato e falso ideologico.

In carcere, per l’inchiesta sul nuovo stadio di Is Arenas, erano già finiti due dirigenti del Comune: Pierpaolo Gessa e Andrea Masala. All’imprenditore Antonio Grussu furono invece concessi i domiciliari.

Durante l’interrogatorio, Mauro Contini, il sindaco di Quartu, ha avuto un malore ed è stato trasportato all’ospedale Brotzu per accertamenti.

L’indagine è stata avviata dopo la presentazione di alcuni esposti contro la costruzione dello stadio in un’area sottoposta a vincolo, da parte di alcune associazioni ambientaliste. Gli agenti del Corpo forestale hanno iniziato a indagare, acquisito atti e documenti in Comune, in Regione, in Prefettura e anche tra le società coinvolte nella costruzione dell’impianto. Dall’analisi dei documenti sarebbero emerse irregolarità, soprattutto nell’ipotesi di utilizzo di soldi pubblici.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share