la storia di alessia spiga e stefania fadda amiche dopo il bullismo

Il bullismo con lieto fine in un docufilm: vittima e aguzzina sono diventate amiche

La vittima della bulla e la sua aguzzina sono diventate amiche. La storia di Alessia e Stefania è raccontato in un docufilm dal giornalista Luca Pagliari. Ieri la presentazione a Nuoro, all’Istituto Ciusa, dove tutto è cominciato. L’autore ha raccontato l’iniziativa sulla propria pagina Facebook.

Il post ha un titolo: ‘Una boccata d’ossigeno’. “Alessia – scrive Pagliari – ha raccontato la sua storia di vittima di bullismo di fronte agli studenti di Nuoro, la sua città. Era più terrorizzata che emozionata ma poi è stata bravissima trovando tutte le parole giuste per descrivere quel suo passato impregnato di dolore. Quasi due anni trascorsi sotto il peso di sentirsi ‘una che porta sfiga’. Isolata e derisa”.

Nel libro i particolari ci sono tutti. Per Stefana è stata “una prova infernale”, raccontata . Ma ieri “assieme a centinaia di studenti abbiamo assistito alla proiezione del docufilm ‘Le parole nel cuore”, uno dei lavori più significativi di #cuoriconnessi, campagna nazionale realizzata con gli amici di #Unieuro e #Polizia di Stato”, si legge ancora nel post.

Il giornalista ha scritto ancora: “Come sempre nulla è più appagante del silenzio degli studenti! Fantastico che accanto ad Alessia ci fosse Stefania, oggi sua grande amica, che ha trovato il coraggio di chiederle scusa. Stefania era tra i bulli che vessavano Alessia”.

L’iniziativa l’ha resa possibile “la Cooperativa sociale Lariso che ha organizzato il tutto, in particolare gli amici Gianfranco Oppo e Silvio Obinu“, ma anche la preside dell’ Istituto Ciusa, Silvia Melloni, la sua vice Federica Pani e il Comune di Dorgali che ieri ci ha ospitato per un bellissimo evento pomeridiano”. Sono stati “due giorni dove abbiamo pensato più all’amore che alla guerra e ne avevamo tutti un gran bisogno ❤️“, è scritto alla fine del post.

[Foto Facebook]

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
17
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
17
Share