I carabinieri bloccano un rave party: identificati 30 giovani

Stavano allestendo il terreno per un mega rave party illegale. Avevano già piazzato le tende e scaricato dai camper casse acustiche e impianti stereo, ma i carabinieri hanno mandato in fumo i loro piani.

Dopo il rave party bloccato nelle campagne di Uta, questa volta i militari dell’Arma di Sassari hanno bloccato un’altra festa illegale a Perfugas. Oltre una trentina le persone identificate per le quali potrebbe scattare una sanzione.

Ad insospettire i carabinieri della Compagnia di Valledoria è stato il continuo via vai di auto e furgoni, alcuni con targhe straniere o di altre province, registrato nel corso della giornata in tutta l’area di Perfugas. La Compagnia ha quindi organizzato un apposito servizio di controllo del territorio che alle 23 ha portato i frutti sperati.

I militari dell’Arma, infatti, hanno individuato un terreno privato in località “Sa contra cana” in cui si stava organizzando il rave party illegale. In tutta l’area c’erano i furgoni e le auto viste transitare in paese durante tutta la giornata. Una trentina di ragazzi aveva già montato le tende e collegato gli impianti stereo e le casse. I carabinieri hanno contattato il proprietario del terreno, ignaro di quanto stava accadendo. Tutti i presenti sono stati identificati e persuasi a smontare tutto e andare via. Nei loro confronti potrebbero scattare sanzioni.

[Foto da archivio Ansa]

Manuel Scordo

Total
25
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
25
Share