“Faber in Sardegna”, l’omaggio di Cabiddu al genio di De Andrè

‘Faber in Sardegna’: 58 minuti per raccontare l’uomo Fabrizio De André, oltre l’artista e il suo mito. E’ un generoso omaggio al grande cantautore genovese il documentario musicale realizzato dal regista Gianfranco Cabiddu. L’anteprima di “Faber in Sardegna” é in programma questa sera al Teatro Studio Borgna Auditorium Parco della Musica di Roma. La sua uscita nei cinema italiani, distribuito da Microcinema, é prevista a gennaio.

“Fabrizio de Andrè ha dimostrato per certi aspetti, di essere più sardo di tanti altri – afferma Gianfranco Cabiddu – di questa terra ne ha colto la profondità, l’umanità della sua gente, ha condiviso la bellezza dei paesaggi, la lingua, le musiche e esperienze di vita forti”.

Al centro del documentario c’è l’Agnata, la tenuta agricola gallurese ai piedi del Limbara con i suoi affascinanti dintorni. Cabiddu dà voce al paesaggio, ai silenzi, ai personaggi. “Ho voluto mettere l’accento sulla svolta, quella di un uomo che, smessi i panni dell’artista, ha indossato quelli del contadino e dell’allevatore – spiega il regista – nell’immagine della locandina è ritratto con le mani sporche di terra”.

‘Faber in Sardegna’ alterna passato e presente: il passato é evocato dalle rare immagini d’archivio che lo ritraggono all’Agnata, fotografie e spezzoni di filmati familiari, testimonianze che raccontano un De André privato, intimo. Il presente invece è quello scandito dalle note delle sue canzoni eseguite da artisti e gruppi che si esibiscono in concerti unplugged all’Agnata per onorarne la sua memoria.

Il racconto si snoda anche attraverso i ricordi indelebili di quanti lo hanno conosciuto: personalità della cultura, tra cui Renzo Piano, e della musica e i suoi tanti amici sardi, come ad esempio, Filippo Mariotti, il fattore dell’Agnata, il commercialista Franco Maciocco. “Ci sarà anche il racconto di Don Salvatore Vico – afferma Gianfranco Cabiddu -, l’emissario che prese parte alle trattative con i banditi per la liberazione. Toccante é il contributo di Dori Ghezzi, che mi accompagna in questo viaggio“.

In occasione di questa anteprima la stessa Dori Ghezzi, assieme a Cristiano De Andrè, Paolo Fresu, Danilo Rea, Rita Marcotulli e Maria Pia De Vito renderanno un omaggio De Andrè. Prodotto da Clipper Media in collaborazione con Rai Cinema in associazione con Maganos & Ass. Time in Jazz é realizzato con il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission.
(Maria Grazia Marilotti, ANSA)

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share