Silvio Berlusconi nell’Isola per Solinas: “Priorità lavoro, trasporti e urbanistica”

“Ci presentiamo uniti con un candidato scelto per governare bene la Sardegna nei prossimi cinque anni”. Così Berlusconi a Cagliari per un tour elettorale a sostegno del candidato alla presidenza della Regione, il senatore e leader del Partito sardo d’Azione, Christian Solinas. Il cavaliere sta incontrando le forze datoriali al T-Hotel, dove è stato raggiunto proprio dal senatore sardista.

“Io conosco molto bene tutti i problemi della Sardegna – ha sottolineato il presidente di Forza Italia -, conosco tutti i deficit a livello di infrastrutture”. “Anche con le nostre precedenti Giunte ho affrontato il problema della possibilità per i sardi e per i loro prodotti di spostarsi a costi non proibitivi dall’Isola al continente e viceversa – ha aggiunto -, in Sardegna dobbiamo prevedere una fiscalità di vantaggio che attiri qui nuovi investimenti e che premi anche le aziende che già sono nell’Isola che vogliono investire di più”.

Oggi, ha proseguito Berlusconi, “il principale problema dei sardi resta la mancanza di lavoro. Sono ben 115mila i cittadini che non trovano lavoro qui. Un ragazzo su tre è costretto ad andare via dall’Isola e questo è il problema da affrontare per primo”. L’ex premier ha poi ricordato che “grazie ai piani urbanistici di Soru, gli occupati nell’edilizia sono diminuiti di 20mila unità circa”. Quindi, ha concluso, la nuova Giunta dovrà “rivisitare il piano paesaggistico regionale e rifare la legge urbanistica“.

Il leader di Forza Italia è intervenuto anche sulla sanità: “Concentrare in una unica Asl la sanità della Regione è stato un errore: ce ne saranno tre, oggi il sistema sanitario dell’Isola è carente, servono elicotteri, ambulanze e medici di pronto soccorso che ora non ci sono”, ha detto Silvio Berlusconi a Olbia seconda ed ultima tappa del suo mini tour elettorale in Sardegna, in vista delle regionali del 24 febbraio.

Poi l’appello al voto: “Voi, se siete qui, è perché credete nel futuro come noi, lasciate perdere il resto e chiamate tutti, nonne, zie, vecchie fidanzate, trasformatevi tutti in missionari di democrazia e libertà”. E l’annuncio: “Da martedì 19 e sino al silenzio elettorale sarò nuovamente in Sardegna e batterò tutte le province”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
31
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
31
Share