Riforme, in Senato Cotti (M5S) parla in campidanese e sventola i 4 Mori

“Em a bolli donai a sa chi arrapresentat su guvernu sa bandera nosta. Speru diaderus chi s’Arreforma de bosàterus sperefundada siat e aici puru is crecus de unu merixeddu schinnitzosu”. Così, poco prima delle 22, l’esponente del Movimento 5 Stelle Roberto Cotti ha chiuso il suo intervento, in Senato, durante il dibattito sulle riforme. In contemporanea, Cotti ha sventolato la bandiera dei Quattro mori.

Nel suo intervento il senatore sardo del Movimento 5 Stelle ha spiegato come la riforma costituzionale del governo Renzi “lede i diritti della nazione sarda ed il suo autogoverno fissato con la Costituzione del 1948”. “Ho fatto omaggio della bandiera dei 4 mori alla ministra Boschi, per ricordare alla stessa non solo quanto teniamo alla nostra identità, ma anche per sottolineare la nostra ferma opposizione ad ogni decisione del governo di stampo centralistico”, ha dichiarato Cotti a fine seduta.

 

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share