Proroga assunzioni Covid, legge regionale a rischio. Il Governo pensa di impugnarla

Rischio impugnazione per un’altra legge regionale della Sardegna. Si tratta di un provvedimento approvato all’unanimità il 30 giugno scorso e che stanzia venti milioni di euro per la proroga al 31 dicembre del personale (sanitario e amministrativo) reclutato per l’emergenza Covid e altri sei milioni per la proroga dei medici delle Usca.

Due le contestazioni dell’ufficio legislativo del ministero della Salute: aver compreso gli amministrativi nella disposizione e il superamento dei tetti di spesa per l’acquisto di prestazioni sanitarie da privati imposti dalle norme sulla spending review. Nel primo caso si profilerebbe la violazione dell’articolo 117 in materia di tutela della salute, nel secondo sempre il contrasto con il 117, ma stavolta per violazione con i principi fondamentali in materia di contenimento della finanza pubblica. Se la norma sarà impugnata, sarà la sedicesima volta che accade dall’inizio della legislatura

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
8
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
8
Share